prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Gli abbondanti pranzi natalizi hanno regalato un bel po’ di grammi

gennaio 18, 2012 12:30 pm

Gli alimenti abbondanti ed ipercalorici consumati durante le feste ci hanno donato grammi poco graditi, è arrivato il tempo per organizzare ed intraprendere una dieta equilibrata per tornare al peso pre-natalizio. Eccoci tornate al lavoro, alla vita di tutti i giorni. Il controllo sulla bilancia ci ha confermato una realtà decisamente poco piacevole: qualche chilo…

Gli abbondanti pranzi natalizi hanno regalato un bel po’ di grammi

Gli alimenti abbondanti ed ipercalorici consumati durante le feste ci hanno donato grammi poco graditi, è arrivato il tempo per organizzare ed intraprendere una dieta equilibrata per tornare al peso pre-natalizio.

Eccoci tornate al lavoro, alla vita di tutti i giorni. Il controllo sulla bilancia ci ha confermato una realtà decisamente poco piacevole: qualche chilo di troppo rispetto al peso della vigilia. La rotondità della pancetta è più evidente, i fianchi decisamente più morbidi e le cosce sono più tornite. Niente panico: è normale, abbiamo esagerato con panettone, torrone, patè e spumate, ma con gli alimenti giusti è possibile dimagrire e perdere i chili di troppo guadagnati durante le feste. Ecco che cosa è bene privilegiare.

Le uova
Sono pochi gli alimenti che fanno discutere sul quantitativo permesso nella settimana come le uova. I ricercatori suggeriscono che mangiare un uovo al giorno è sicuro e fornisce un buon supporto proteico. Quindi il mangiare un uovo tutti i giorni per la colazione, può sembrare assurdo, ma aiuta a perdere peso. La logica di questa affermazione è dovuta al fatto che le uova contengono una elevata quantità di proteine e sono proprio questi nutrienti a rallentare la digestione. Assumere un buon quantitativo di proteine a colazione, contribuisce a tenere lo stomaco impegnato nella loro digestione per almeno tre ore, il risultato è che si avverte meno il bisogno di mangiare.

uova1

Carne rossa
Per anni gli esperti dietologici hanno sentenziato la necessità di ridurre drasticamente l’apporto delle proteine contenute nella carne rossa. La classica bistecca però, non sempre equivale a salute e bellezza, inoltre, l’aver eliminato drasticamente la carne rossa dalla dieta ha spinto ad un eccessivo consumo della carne di pollo. Esattamente come per le uova , la carne rossa contiene un elevato quantitativo di proteine, la sua digestione è rallentata dando la sensazione di pienezza. Ci si sente sazi per molto più tempo. Un pieno di proteine con pochi grassi è una buona scelta, l’ideale è mangiare un piccolo quantitativo di carne rossa.

bistecca

Maiale
Un tempo era considerato il sinonimo di eccessi. Oggi i nutrizionisti hanno rivalutato questo tipo di carne che è considerata una delle più magre, tanto è vero che non è proibita nemmeno a coloro che hanno disturbi cardiovascolari. La carne di maiale, infatti, non è più quella di 20 o 30 anni fa, un filetto di maiale è decisamente più magro di circa il 31% . Questo posizionamento colloca la carne di maiale tra le più magre nell’ambito delle carni bianche. A tutti gli effetti il maiale è considerato una risorsa di proteine importante con una quota di grasso tra le più basse.

suino maiale

Pasta
Questo alimento non deve essere eliminato dalla dieta, ciò che deve essere modificato è soltanto nella scelta tra il tipo di farina utilizzata. Le ricerche hanno suggerito che mangiare alimenti prodotti con la farina integrale aiuta a mantenere il peso a differenza della pasta prodotta con la farina bianca. Inoltre, sembra che le farine integrali aiutino a far bruciare lo strato di grasso posizionato sull’addome.

pasta

Noci
Le noci sono ricche di grassi buoni oltre che di proteine e fibre, nutrienti questi che aiutano a stabilizzare lo zucchero nel sangue. Sicuramente mangiare qualche noce o nocciola fa guadagnare un po’ di grasso ma ne vale la pena se aiuta a dare uno stop al mangiare biscotti o altri dolci. Anche le noccioline sono amiche della dieta, studi dimostrano che piccole quantità aiutano a controllare la fame senza guadagnare peso.

noci

Formaggio
La maggior parte dei dietologi eliminano le calorie dalla dieta togliendo i derivati del latte ricchi di calcio. Alcuni studi suggeriscono che questa eliminazione rappresenti un errore, ovvero, sembra che il corpo tende a bruciare più grassi quando la calcemia, il valore del calcio nel sangue, è elevata. Aggiungere yogurt, formaggi e latte quindi aiuta a ridurre il peso. Il calcio preso come integratore dietetico non ha gli stessi benefici che arrivano dall’assunzione di alimenti ricchi di calcio.

formaggio

Caffè e tè
Queste bevande vanno ridotte solo se si usa berle con l’aggiunta di zucchero. Il caffè si è visto che potrebbe addirittura aiutare a bruciare calorie con il suo contenuto di caffeina. Il tè per il suo potere antiossidante e diuretico è un grande alleato delle diete a patto che venga assunto senza aggiungere né zucchero né miele.

caffe

Cibi ipercalorici a piccole dosi ed acqua a volontà
Tutti i nutrienti contenuti negli alimenti sono importanti per il benessere del corpo ciò che è importante è mangiarne in piccole quantità. I dietologi, infatti, tendono a non bandire i cibi preferiti e quindi privarsi di ciò che si desidera, potrebbe essere un motivo di fallimento. La strategia migliore è modificare il comportamento e le regole del mangiare: pasti frequenti a piccole porzioni ed masticare il più possibile il boccone, l’ideale è far rullare il cibo in bocca per almeno quindici volte.

Dott.ssaRosalba Trabalzini
Responsabile Scientifico di Guidagenitori.it

- -



Advertising