prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Giocattoli e sicurezza

novembre 24, 2010 12:38 pm

Un gioco sicuro è una garanzia per la vita. Nel loro acquisto, è bene dare la preferenza a quelli con la convalida della marca che certifichi la qualità ed i controlli di sicurezza. Quando si avvicina il compleanno, le festività natalizie, o quando vogliamo fare un regalino extra ai nostri bambini, la scelta cade quasi…

Giocattoli e sicurezza

Un gioco sicuro è una garanzia per la vita. Nel loro acquisto, è bene dare la preferenza a quelli con la convalida della marca che certifichi la qualità ed i controlli di sicurezza.

Quando si avvicina il compleanno, le festività natalizie, o quando vogliamo fare un regalino extra ai nostri bambini, la scelta cade quasi sempre su un giocattolo: uno strumento importante per la crescita e, in fondo, il modo più sicuro per vedere gli occhi dei piccoli brillare di curiosità e di gioia. I bambini hanno una profonda interazione con i giocattoli: li manipolano, li smontano per vedere come sono fatti e spesso li “assaggiano”. Per questo motivo è assolutamente indispensabile che bambole, peluche, automobiline e tutto quello che capita loro in mano sia sicuro, resistente, a prova di “assalti” per non mettere a rischio la loro incolumità. Eppure, in commercio ci sono molti giocattoli che sicuri non lo sono affatto.

Troppi non conformi alle norme
Sono stati di recente sequestrati dalla Guardia di Finanza oltre 2 milioni di giocattoli importati contraffatti che non rispondevano alle norme di sicurezza. Tutti questi prodotti, privi del necessario certificato di conformità alla normativa comunitaria in materia di sicurezza, sarebbero finiti forse nelle mani di moltissimi bambini, rappresentando un potenziale pericolo per loro. Secondo gli esperti, i giocattoli più a rischio sono quelli maggiormente diffusi presso il mercato ufficiale: robot, bambole, peluche, bolle di sapone, palloni. Questa merce viene prodotta nei paesi asiatici, prevalentemente in Cina ed è introdotta in Italia attraverso società di esportazione cinesi. Questo mercato “nero” è in costante crescita, nonostante i controlli messi in atto dalla forze dell’ordine che, per fortuna, riescono spesso a impedire che la merce contraffatta arrivi nelle mani dei più piccoli. Lo Stato risulta danneggiato a causa dei ridotti introiti fiscali da parte delle imprese produttrici di giocattoli oltre ad una consistente diminuzione delle vendite di ogni singolo gioco contraffatto unito a forti perdite economiche e di immagine. I più colpiti, però, sono e restano i bambini, che hanno il diritto di giocare in piena libertà e serenità con prodotti sicuri, che non comportino alcun rischio.

Riconoscere un gioco contraffatto
Un modo per evitare questa possibilità è che noi genitori, insieme ai nonni e a tutti gli adulti che stanno per fare un acquisto, facciamo molta attenzione alle finiture del gioco prescelto. Scegliere con attenzione significa far arrivare nelle manine del bimbo un gioco sicuro e controllato, fabbricato con materiali atossici, senza colorazioni dannose e senza parti staccabili che possono essere ingerite o inalate dai piccoli, eventualità sempre possibile. I giocattoli contraffatti – e quindi potenzialmente pericolosi – si possono trovare nei negozi di articoli orientali, sulle bancarelle dei mercati di zona, perfino in negozi o cartolerie “affidabili”, all’interno dei quali però è riuscito a giungere qualche pezzo dal commercio illegale. I giochi contraffatti hanno, in genere, un prezzo inferiore a quello dei prodotti di qualità. Anche la confezione è diversa: nei giocattoli sicuri il confezionamento è in cartone rigido, mentre gli articoli di scarsa qualità sono venduti semplicemente in buste trasparenti di cellophane, o addirittura sono privi di confezione. Attenzione al marchio, che viene imitato abilmente in modo da risultare, agli occhi di un acquirente non attentissimo, simile all’originale ma non identico, modificato per evitare di incorrere in accuse di usurpazione del marchio. Osservando il gioco però, si può notare che la qualità è scadente: i giocattoli contraffatti sono prodotti con plastica di qualità discutibile e con materiali considerati tossici ai fini della nostra normativa. Si tratta, in sostanza, di una falsa riproduzione del giocattolo originale realizzata copiando il design ed utilizzando un marchio ed un nome identificativi del prodotto simile, ma non uguale, all’originale.

Come scegliere bene
Per essere certi di non acquistare un giocattolo pericoloso, è bene recarsi soltanto in negozi specializzati, dove i controlli sono regolari ed è difficile che il commercio illegale riesca a introdurre i propri prodotti. La prima cosa da fare è scegliere giocattoli sui quali sia stato apposto il marchio CE, in quanto sottoposti ai necessari controlli di sicurezza previsti dalla Comunità Europea. Il marchio CE è stato introdotto dalla direttiva 88/378/CEE, la quale ha stabilito i requisiti di sicurezza per i giocattoli, destinati ai ragazzi di età inferiore ai 14 anni e le misure di sicurezza per la loro fabbricazione e vendita. I giocattoli sicuri sono quelli che hanno superato severi test di fabbricazione che prendono in considerazione i materiali con cui sono prodotti i giochi, le vernici impiegate, che verificano l’assenza di metalli tossici o di altre sostanze dannose, che escludono il rischio di infiammabilità, la conducibilità elettrica e così via. Per tenere conto dell’inevitabile evoluzione tecnologica, che permette la creazione di giocattoli contraffatti sempre più difficili da controllare, si è reso opportuno rivedere la legislazione comunitaria in materia sostituendo la vecchia direttiva con un nuovo testo, aggiornato e conforme alle mutate condizioni. Entro il 20 gennaio 2011 gli Stati membri dovranno adottare la nuova direttiva 2009/48/CE sulla sicurezza dei giocattoli e sulla loro libera circolazione nella Comunità che va a sostituire la precedente ed applicarla entro il 20 luglio 2011.

In Rete
www.giocattolisicuri.com

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI