prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

La cameretta deve essere un luogo piacevole e sicuro: ecco come allestirla

luglio 10, 2012 11:59 am

Confortevole e colorata, ma soprattutto uno spazio in cui i nostri figli possano sentirsi protetti. La cameretta deve essere più di ogni altra cosa un posto sicuro per materiali, colori e arredi nel rispetto delle norme IMQ.

Per tutti i bambini, la propria stanza costituisce un rifugio, un angolo di studio, di gioco o semplicemente il luogo ideale per nascondere i propri “segreti”. Colori, peluche e libri sono il comune denominatore delle camerette dei nostri figli. Ma le camere dei piccoli sono davvero sicure? L’Istituto Italiano del Marchio di Qualità ha stabilito l’osservanza di alcuni parametri per rendere sicure le camerette. Ecco che cosa si deve sapere.

Qualità e sicurezza delle camerette
Se siamo in procinto di cambiare casa, o più semplicemente di rinnovare l’arredamento in vista dell’arrivo di un bebè, è bene tenere presente alcune caratteristiche dalle quali non si può prescindere in tema di qualità e sicurezza dei materiali. A dare una mano in tal senso arrivano le indicazioni dell’Istituto Italiano del Marchio di Qualità, che consistono in una serie di consigli pratici finalizzati alla sicurezza. I bambini sono molto curiosi, a qualsiasi età esplorano, seppur con modi differenti, tutto l’ambiente circostante. Rendere sicura la casa e, in particolare, la loro cameretta, è condizione necessaria. Arredi, accessori, giocattoli e tutto ciò che può venire a contatto col bambino deve avere il marchio IMQ attestante la qualità e la sicurezza del prodotto.

Arredi e accessori
Per cominciare, diamo spazio a ciò che è davvero necessario: il lettino. Molta attenzione va posta alle caratteristiche tecniche: la distanza tra le sbarre non deve superare i 7,5 cm per evitare il rischio che il bambino riesca a passare tra una e l’altra. Anche l’altezza delle sponde va tenuta in considerazione: assicuriamoci che non sia inferiore a 75 cm. Per un sonno tranquillo, scegliamo un cuscino non troppo morbido né troppo avvolgente per evitare il pericolo di soffocamento. Il materasso deve essere di un materiale indeformabile e deve aderire alle dimensioni della struttura senza lasciare spazi pericolosi per il bambino. Nei primi mesi di vita, quando un bebè deve essere cambiato, avremo certamente bisogno di un fasciatoio. L’ideale è sceglierne uno grande circa 70-80 cm, facile da lavare e con una struttura resistente e sicura. A mano a mano che il bimbo perfeziona le sue attività motorie è possibile far uso del girello purché questo sia stabile, resistente e non ribaltabile. Molti genitori poi si affidano al box per poter liberamente svolgere le attività domestiche senza dover tenere costantemente con sé il bambino. Un box a norma deve essere imbottito in prossimità degli spigoli, le maglie devono essere strette e senza aperture.

I materiali migliori
L’ideale è acquistare il necessario in negozi di fiducia che propongano al cliente le spiegazioni sulle caratteristiche tecniche e di sicurezza dei prodotti. Non dimentichiamo, il bambino tende a portare qualsiasi oggetto alla bocca, per questo motivo è assolutamente importante vigilare sui materiali impiegati, non devono essere tossici ma trattati solo con sostanze bioecologiche. Esistono in commercio vernici composte solo da sostanze innocue, come i pigmenti, le colle e le resine vegetali. Al contrario, alcuni materiali, usati come antimuffa sul legno, possono emettere sostanze nocive per le mucose e l’apparato respiratorio. Scegliere la plastica piuttosto che il legno è indifferente, l’importante è che siano dei materiali non trattati con sostanze pericolose per la salute. A garanzia di ciò abbiamo proprio la qualità certificata da organismi come l’IMQ.

Qualche consiglio per comfort e sicurezza
La cameretta deve inoltre offrire al bimbo il massimo del confort, deve avere una temperatura gradevole, con un giusto grado di umidità. Per un’aria salubre, può essere utilizzato un deumidificatore: evita l’accumulo di aria secca, l’apparecchio deve essere a norma e quindi avere il marchio europeo, sinonimo di sicurezza e affidabilità. Anche le dimensioni della stanza non vanno sottovalutate, uno spazio stretto può risultare limitante dal punto di vista motorio. Evitiamo l’uso di tappeti, soprattutto con le frange, sono elementi d’inciampo per i bambini soprattutto ai loro primi passi. Esistono in commercio una serie di accessori particolarmente utili in tema di sicurezza: i ferma cassetti, i blocca ante e i paraspigoli per proteggere il bimbo dai colpi accidentali. Non dimentichiamo le mascherine per coprire le prese elettriche, impediscono al bambino di inserire mettere le dita nei fori. Non sottovalutiamo, infine, la qualità dei giocattoli: selezioniamo solo quelli conformi alle direttive comunitarie e facciamo attenzione alle piccole parti, che devono essere ben ancorate al gioco. Con le giuste accortezze e con l’informazione è possibile attrezzare un ambiente in cui i bambini siano protetti e al sicuro.

Sonia Chiappetta

- -


ARTICOLI CORRELATI