prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Mettiamo la casa in sicurezza prima di partire

agosto 10, 2016 9:25 am

Valvola generale gas chiusa, l’impianto dell’acqua chiuso e il sistema di annaffiamento per le piante attivato. Le chiavi affidate a qualcuno di fiducia e altri piccoli suggerimenti.

Finalmente è arrivato il momento di partire per le vacanze. Le valigie sono pronte ed è il momento di dedicare qualche ora alla propria abitazione, per lasciarla in ordine e sicura per le settimane o i giorni in cui si sarà via. Non occorre molto: l’importante è fare in modo che sia al sicuro anche per i vicini e soprattutto che sia pronta ad accoglierci al nostro ritorno.

Chiamare un tecnico per un sopralluogo
Quando si parte è bene assicurarsi che siano al sicuro gli impianti che potrebbero comportare un rischio per l’abitazione stessa e per i vicini, vale a dire gli impianti del gas, della luce e dell’acqua. È buona norma, di solito, effettuare un controllo annuale, soprattutto se si vive in una casa indipendente e quindi non soggetta alle verifiche di routine dei condomini. Qualche giorno prima della partenza, però, sarebbe opportuno chiamare un tecnico di fiducia per un rapido check up degli impianti: se qualcosa non va, può essere riparato subito oppure messo in sicurezza per il proprio ritorno. Il gas va sempre chiuso girando l’apposita manopola e lo stesso vale per l’acqua. È anche bene abbassare la tavoletta del wc, appoggiandovi sopra dei pesi (come per esempio dei vocabolari o delle guide del telefono) in modo che dalle tubature non entrino animali indesiderati come scarafaggi o topi. La corrente elettrica va staccata solo se non si lasciano in funzione elettrodomestici, come per esempio il frigorifero. Se si stacca anche questo, è bene pulirlo accuratamente con acqua e aceto e lasciarlo aperto perché non si formino muffe.

Un po’ di pulizia in casa
La propria abitazione andrebbe lasciata almeno un po’ pulita, prima di tutto perché, al ritorno dalle vacanze, oltre a dover disfare bagagli e ad avviare la lavatrice non si sia costretti anche a fare le pulizie. È utile soprattutto eliminare eventuali tracce di cibo dai ripiani, dagli angoli di casa, se si hanno bambini non è raro che li nascondano lì e dagli armadietti della cucina perché potrebbero attirare gli insetti e i piccoli animali. Tutte le confezioni di cibo che si lasciano a casa vanno chiuse accuratamente. Per la cura delle piante e soprattutto dei piccoli animali che non seguono il padrone come pesci, tartarughe, uccellini, ci si dovrebbe affidare a una persona di assoluta sicurezza, che possa adempire queste mansioni con regolarità, magari dietro un piccolo compenso. Può essere il custode dello stabile, la colf o una amica che non va in vacanza. Se non si hanno antifurti per mettere la casa al sicuro, è bene chiudere e non lasciare mazzi di chiavi in casa: a volte i ladri entrano dalla finestra e aprono dall’interno a eventuali complici. Infine, chiedere a qualcuno di fiducia di togliere la posta dalla cassetta delle lettere e applicare una lampada crepuscolare in una parte della casa, quelle che si accendono con il buio e spengono con la luce, così da confondere eventuali malintenzionati che con hanno la certezza che in casa non ci sia nessuno.

Lina Rossi

- -



Advertising