prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Il planetario, un mondo fantastico

settembre 13, 2011 12:28 pm

Tra pianeti, stelle, nebulose e buchi neri, i planetari sono una occasione per conoscere l’astronomia e le novità del cielo, come la nana bianca appena scoperta. Lo scorso 23 Agosto il telescopio “Samuel Oschin” dell’Osservatorio californiano di Monte Palomar ha individuato un importante bagliore provenire da 21 milioni di anni luce. Per gli studiosi è…

Il planetario, un mondo fantastico

Tra pianeti, stelle, nebulose e buchi neri, i planetari sono una occasione per conoscere l’astronomia e le novità del cielo, come la nana bianca appena scoperta.

Lo scorso 23 Agosto il telescopio “Samuel Oschin” dell’Osservatorio californiano di Monte Palomar ha individuato un importante bagliore provenire da 21 milioni di anni luce. Per gli studiosi è la conseguenza dell’esplosione di una stella nana bianca tra le più luminose apparse negli ultimi 30 anni e promette di essere un astro da record in futuro. Per osservarla basterà un piccolo binocolo e si trova a nord-ovest di Alkaid (l’ultima stella del Grande Carro nella costellazione dell’Orsa Maggiore).

Scopriamo i planetari
Da sempre l’essere umano è affascinato dal mondo degli astri: riconoscere le costellazioni, scoprire che sono disegni immaginari definiti da gruppi di stelle differenti, che però ci possono aiutare a trovare altre stelle e ad orientarci, in cielo come in terra, regala una sensazione unica. Per chi vive nelle grandi città è una bella impresa osservare il cielo, perché anche la luce della stella più brillante, seppur in una notte limpida, ha difficoltà a penetrare la cortina provocata da inquinamento luminoso e atmosferico. Bisognerebbe allontanarsi un po’ dalla città, salire magari su una collina, ma non sempre è possibile. Per questo esiste il Planetario, luogo ormai presente in moltissime città che prende appunto il nome dallo “strumento planetario”, un sistema di proiezioni che riproduce con grande realismo e suggestione l’aspetto del cielo stellato e i fenomeni astronomici osservabili da qualunque luogo della terra, del passato, del presente e del futuro. Lo “strumento planetario” è collocato al centro di una sala sormontata da una cupola emisferica che funge da schermo di proiezione. Un sistema multimediale consente di mostrare immagini, filmati e animazioni grafiche. I planetari sono presenti in diverse città italiane e non sono più solo luoghi per “astrofili”: numerosi sono infatti gli spettacoli e le conferenze dedicate anche ai più giovani e alle loro famiglie. Resta una realtà virtuale proiettata su un grande schermo a forma di cupola, ma che viaggi ci permette di fare, verso il cielo, nello spazio, per conoscere stelle, pianeti, costellazioni e galassie. Ormai quasi tutti Planetari organizzano spettacoli e conferenze per tutte le età, anche se, per quanto riguarda bambini al di sotto dei 5 anni, ci si affida all’esperienza dei genitori o degli accompagnatori. Bambini così piccoli potrebbero spaventarsi per il buio della notte simulata, o non essere in grado di mantenere l’attenzione per l’intera durata della conferenza. Di seguito i planetari e i www.planetario.fi.it

ROMA
Il Planetario capitolino si trova presso il Museo della Civiltà Romana, all’Eur (Piazza G. Agnelli, 10). Stelle, costellazioni, nebulose e galassie, intercalate con spettacolari immagini dinamiche e immagini statiche anche con risoluzione all sky, tutto all’interno di un curatissimo ambiente sonoro. Il costo del biglietto consente la visita anche all’adiacente Museo Astronomico. Il Planetario occupa uno spazio di 300 metri quadrati, coperto da una grande cupola con un diametro di 14 metri con oltre 100 posti a sedere su poltrone ergonomiche montate in file concentriche. Ed è proprio su questa cupola-schermo che, negli orari programmati si succedono immagini, suoni, luci e contenuti altamente scientifici e spettacolari che rendono l’astronomia raccontata dal nuovo Planetario di Roma una storia indimenticabile e formativa. Consigliata prenotazione telefonica allo 06 0608.
www.planetarioroma.it

CASERTA
Il Planetario di Caserta, gestito attualmente dall’ufficio della Pubblica istruzione del Comune, si trova nel Parco degli Aranci – Località Centurano – in Piazza Ungaretti 1. Qui si viaggia nel tempo e nello spazio, si può vedere con i propri occhi ciò che si è solo immaginato restando comodamente seduti in un ambiente perfettamente climatizzato, guidati dalla voce narrante e cullati da buona musica. È il primo planetario interamente digitale del centro sud Italia: sotto la cupola da 7 metri è ospitata una platea da 41 posti e la struttura non presenta barriere architettoniche. Su prenotazione, due postazioni in sala possono essere riservate a disabili.
Spettacoli per il pubblico sono programmati per il sabato e la domenica pomeriggio. Dal martedì al venerdì, mattina e primo pomeriggio, il planetario svolge, su prenotazione, attività didattica per le scuole di ogni ordine e grado. Prenotazioni telefoniche allo 0823 344580, per ulteriori informazioni sulla programmazione si può vedere il sito web.
www.planetariodicaserta.it

REGGIO CALABRIA
Si chiama Pitagora il Planetario di Reggio Calabria, situato in via Salita Zerbi. La struttura è di proprietà della Provincia che lo ha inaugurato nel 2004. Il Planetaryum Pytagoras fa riferimento all’azione sinergica e coordinata dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e del Settore Patrimonio della Provincia e, per la sua peculiare attività, è punto di riferimento per il territorio, il mondo scolastico, accademico e della ricerca scientifica e della cittadinanza in genere. Oltre a lezioni dedicate alle scuole ogni lunedì e ogni sabato, ospita anche eventi dedicati al pubblico di tutte le età, il martedì dalle 18,00 alle 20,00 e la domenica dalle 11,00 alle 12,30. La prenotazione è obbligatoria solo per i gruppi organizzati ma è consigliabile comunque una telefonata alla segreteria del Planetario, allo 0965 324668.
www.planetariumpythagoras.com

Leggi anche
I musei e le citta dei bambini
Alla scoperta delle stelle
La magia delle stelle

 

Marina Zenobio

- -



Advertising