prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Endometriosi: sarà inserita nei Lea

maggio 20, 2016 10:09 am

Endometriosi, già  riconosciuta come malattia sociale, dal 17 maggio con l’approvazione in Parlamento di otto emendamenti sarà inserita nei Livelli essenziali di assistenza.

Quando una legge è sostenuta da entrambi gli schieramenti politici e non solo: da uomini e donne in modo unanime, significa che si sta  legiferando su un tema di assoluta urgenza, sulla cui importanza non sono ammesse discussioni. L’endometriosi è una  di queste evenienze: una malattia ginecologica che consiste nella formazione, al di fuori dell’utero, di endometrio, il tessuto che in età fertile si ispessisce sotto l’effetto delle fluttuazioni ormonali del ciclo mensile. Chi ne soffre, e sono milioni le donne in tutto il mondo, sa quanto questa malattia sia dolorosa, invalidante e anche socialmente emarginante.

Il tessuto endometriosico forma aderenze negli organi sessuali, cisti grosse anche come arance e, soprattutto, ogni mese sanguina proprio come un flusso mestruale abnorme e doloroso esponendo,  la donna che ne soffre,  a crampi, anemia e infiammazioni pelviche. Chi ne soffre è spesso costretta a lasciare il lavoro. Restare incinte è difficile, la gravidanza può presentare serie complicanze e dopo partorito la possibilità di un miglioramento, è possibile anche se non è sempre garantito. Un inferno per le donne che vivono questa condizione, una tortura quotidiana troppo spesso  vissuta anche dai famigliari e dalle persone care. Spesso il disturbo è scambiato per depressione, debolezza o incapacità di sopportare il normale dolore femminile.

Per fortuna le cose stanno cambiando: l’endometriosi sta avendo il suo giusto riconoscimento sanitario, oltre che sociale. Già da qualche anno è stata riconosciuta come malattia sociale, ma dal 17 maggio è stato fatto un passo avanti  importantissimo: grazie all’impegno delle associazioni, delle donne e dei medici sensibili, il governo ha inserito l’endometriosi nei Lea, i Livelli essenziali di assistenza, riconoscendola come malattia socialmente invalidante.

Saranno avviate iniziative di sostegno sociale ed economico per le donne affette, sarà creato un fondo e un registro nazionale dell’endometriosi e saranno realizzate reti di eccellenza sanitarie pubbliche. Sarà istituita la Giornata Nazionale per la ricerca contro l’endometriosi da celebrare il 9 marzo di ogni anno. C’è stato, inoltre, il parere positivo del sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo, in rappresentanza del Governo, che ha approvato otto mozioni bipartisan per le iniziative mirate  a riconoscere l’endometriosi come malattia invalidante e a potenziare le prestazioni sanitarie, oltre che le misure di sostegno economico e sociale per le donne malate.

endometriosi

- -

Lascia una risposta