prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Ritorna la sfida: chi vincerà il gioiello per aver realizzato la più bella Gingerbread house?

novembre 26, 2012 4:07 pm

Realizzate la vostra Gingerbread house, fatevi fotografare per dimostrare che siete proprio voi ad averla realizzata ed inviatela alla nostra redazione entro le ore 12,00 del 10 dicembre. Attiveremo la sfida che vedrà un vincitore

Esattamente come lo scorso anno, tutte coloro che ci invieranno la loro realizzazione, verranno inserite nel sondaggio per essere votate. La Girgerbread che otterrà più voti alla data del 24 dicembre alle ore 12,00, riceverà il gioiello della nostra associazione senza fine di lucro Guida per Genitori.

La storia del gingerbread
Le origini del Gingerbread si collocano nell’antica Grecia ed Egitto, veniva usato nelle cerimonie. La prima comparsa in Europa è datata nell’undicesimo secolo, quando le spezie hanno iniziato a fare la loro comparsa con il ritorno dei ricchi commercianti dal lontano medio oriente.
Il ginger e le altre spezie arrivarono anche sulle tavole delle persone più umili. Il primo dolce a base di ginger è stato confezionato con una base di mandorle, briciole di pane, acqua di rose, zucchero e, naturalmente ginger. La pasta così realizzata veniva pressata tra due tavole di legno. Questo lavoro veniva intagliato come per raccontare una storia, così come quando veniva elaborato il gingerbread in onore del nuovo re, della nuova regina o dell’imperatore. Il dolce così composto poteva anche essere decorato con una glassa bianca a formare delle immagini.
Nel 16mo secolo in Inghilterra venne proposta una variante del Gingerbread. Alle briciole del pane veniva aggiunta della farina, delle uova e dello zucchero. Il primo Gingerbread man, il biscotto, è stato realizzato per la Regina Elisabetta 1°.

Oggi il Gingerbread è un dolce da forno contenente del ginger, cannella, chiodi di garofano, noce moscata, cardamomo ed anice, il tutto mescolato a zucchero di canna, molassa e sciroppo d’acero o miele.

Il Gingerbread viene offerto in vari modi: in Francia è conosciuto come Pain d’epices, in Polonia come pierniczki, in Scandinavia come pepparkakor, in Germania come lebkuchen, nella versione americana viene servito con del limone.
L’ultima forma di Gingerbread è quella da cui abbiamo preso lo spunto per la nostra nuova sfida: la realizzazione di una casa realizzata con la pasta di Gingerebread e decorata con ogni tipo di dolciumi. Realizzare la casa di Gingerbread e tenerla in bella vista, per il periodo di Natale, emana un intenso profumo di Natale, profumo che da il benvenuto agli ospiti nelle vostre case.
Alcune foto e dei tutorial vi mostreranno come può essere realizzata una casa di gingerbread.

A Gallery of Gingerbread House Pictures

La signora Santa Claus

- -



Advertising