prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Strano ma vero, pochi sanno lavare bene le mani, oggi si celebra la giornata

maggio 5, 2014 10:12 am

Sembra un’assurdità ma, purtroppo, è vero. La maggior parte delle infezioni trasmesse sono dovute alle mani non lavate a dovere né per il modo di insaponare e risciacquare né nella quantità di tempo necessaria

Eppure, nulla di più semplice ed economico è come lavarsi le mani: acqua corrente e saponetta. Proprio così: usare il sapone per lavarsi, e per lavarsi soprattutto le mani, ha letteralmente abbattuto la diffusione di germi portatori di tantissime malattie. Il sapone è civiltà – recitava uno slogan alla fine della prima Guerra Mondiale, quando si scoprì che bastava lavarsi un po’ di più per tenere sotto controllo tantissime pericolose infezioni, dalla semplice influenza alle malattie più serie, come la tubercolosi.

L’iniziativa di Guidagenitori.it
Il contagio passa infatti attraverso le goccioline di saliva emesse con starnuti e colpi di tosse, che si posano inevitabilmente sulla mani per poi essere trasferiti su un gran numero di oggetti. È quindi la pulizia delle mani il presupposto principale per la salute e l’igiene di tutta la società. Di questo si rendono conto anche le istituzioni, che oggi, 5 maggio, hanno istituito la Giornata Mondiale del lavaggio delle Mani: perché avere palmi e polpastrelli ben puliti è facile, l’apprendimento di questa semplice regola deve passare fin da quando si è piccoli: richiede poco impegno, è divertente ed è una garanzia per la salute. Per questo motivo sono nate molte iniziative da parte di ASL e di associazioni per diffondere una corretta cultura della pulizia delle mani: non potevamo mancare noi di Guidagenitori.it, con il progetto dedicato a tutte le scuole – Mani pulite, più salute per tutti. Un progetto che non si limita a insegnare le mosse per la corrette igiene delle mani, ma che dedica un fantastico omaggio a tutte le scuole che ne faranno richiesta: tantissime saponette profumate, a misura di mani di bambini, prodotte con ingredienti naturali e di prima qualità, per invogliare davvero a imparare a lavarsi nel modo giusto.

Ecco gli step giusti per lavarsi le mani
Non è sufficiente passare le mani sotto il getto d’acqua corrente per avere mani ben pulite: è importante usare sempre il sapone e usarlo nel modo giusto.

  • Le mani vanno prima passate sotto il getto di acqua calda; quindi si applica un po’ di sapone, liquido o di saponetta, sul palmo;
  • Si strofinano bene le mani sui palmi, sul dorso, tra le dita e, soprattutto si insiste sui polpastrelli e anche nello spazio sotto le unghie. È in questi punti, infatti, che si annida più facilmente lo sporco e con esso germi e batteri che possono entrare a contatto con il cavo orale;
  • Si deve strofinare bene per un munito circa, quindi si risciacqua con abbondante acqua calda corrente;
  • Le mani vanno asciugate con una salvietta usa e getta o, se si è a casa propria, con un asciugamano personale;
  • Se si è fuori di casa, è bene non toccare il rubinetto, le maniglie della porta o altri oggetti in comune subito dopo essersi lavati le mani;
  • Le mani vanno sempre lavate prima di mangiare (anche la merenda) e dopo essere rientrati a casa;
  • È possibile usare anche specifici gel disinfettanti, ma solo se non si ha acqua a disposizione. Inoltre è preferibile usare le saponette comuni, il sapone liquido deve contenere necessariamente conservanti ed acqua perdendo la caratteristica di igienizzare a dovere.

E se il tuo bambino fa i capricci per lavarsi le mani, rendi il momento divertente recitando insieme la filastrocca per ben lavare le mani, è pubblicata sul manifesto Mani pulite, più salute per tutti in questo modo il lavaggio delle mani diventa un momento divertente oltre che istruttivo.

La redazione di Guidagenitori.it

- -


ARTICOLI CORRELATI