prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Cellulite, come fare per sconfiggerla

maggio 29, 2018 10:00 am

L’appuntamento con la prova costume è arrivato in anticipo: è tempo di correre ai ripari con massaggi, prodotti e alimenti drenanti. Non dimenticare: al primo posto lunghe camminate

La cellulite non guarda in faccia nessuna donna: magra o sovrappeso, ce l’hanno un po’ tutte. Infatti, non si tratta esattamente di un problema di grasso in eccesso. È un inestetismo cutaneo che deriva da uno squilibrio legato agli ormoni femminili e alla scarsa attività fisica. Gli estrogeni rendono i capillari del sangue porosi, permettendo la fuoriuscita di liquido che si deposita nei tessuti, complice la scarsa attività fisica che rallenta la circolazione.

 

I consigli alimentari

Perdere peso può andar bene se si ha la cellulite, ma non basta. Oltre a una dieta ipocalorica, è consigliabile ridurre il più possibile, meglio ancora, eliminare, gli alimenti ricchi di sale : meno sodio nell’acqua di cottura, meno sull’insalata ma anche meno salumi e carne lavorata, formaggi stagionati e piatti pronti. Il sale favorisce la ritenzione idrica e rallenta la circolazione del sangue, due punti basilari della cellulite. È bene eliminare anche gli zuccheri semplici, soprattutto quelli delle bibite dolci, gli alcolici e i carboidrati raffinati: producono sostanze le quali possono contribuire alla comparsa della cellulite. La preferenza da riservata agli ortaggi freschi, le insalate di tutti i tipi e i vegetali ricchi di potassio, il minerale che migliora la diuresi aiutando i tessuti a sgonfiarsi. Inoltre, è necessario bere molta acqua povera di minerali. Alcune piante hanno la capacità di combattere il ristagno dei liquidi nei tessuti e di favorire la circolazione: è il caso sia di ortaggi conosciuti come gli asparagi, i finocchi, la verza, sia di piante come l’achillea, il biancospino, la regina dei prati, l’ananas e la betulla. Naturalmente, è sempre il fitoterapeuta che deve preparare le ricette giuste.

 

Il linfodrenaggio, un massaggio dolce

Il linfodrenaggio è il trattamento giusto per chi vuole avere la pelle più liscia. Consiste in manipolazioni delicate ma precise, aiutano a eliminare gli accumuli di liquido e di scorie che ristagnano nell’organismo: i co-responsabili della cellulite. Si basa sull’attivazione del sistema linfatico, una fitta rete di canali in cui scorre la linfa, un liquido incolore formato da acqua, proteine e sali minerali con il compito di eliminare le sostanze di scarto del corpo. Il linfodrenaggio, attraverso precise manovre, sblocca gli accumuli ristagnanti e facilita lo scorrimento della linfa. Il massaggio è delicato e lento, per adeguarsi al ritmo della linfa che scorre molto lentamente; ogni seduta dura 45 minuti circa e si svolge in ambiente tranquillo, con musica rilassante in sottofondo. E’ un metodo che, se praticato con costanza, porta a visibili risultati. Il numero delle sedute varia in base alle necessità individuali.

 

I trattamenti da fare a casa

Anche a casa è possibile combattere con efficacia gli inestetismi della cellulite: sono sufficienti pochi minuti della nostra giornata e un po’ di costanza per restituire a gambe, cosce e glutei un aspetto più sodo, tonico e levigato. In farmacia e in profumeria si trova una vasta scelta di prodotti per le varie esigenze. Creme, fanghi e gel agiscono proprio come un massaggio, intervenendo localmente dove c’è un accumulo di grasso: i principi attivi di cui sono composti aiutano infatti il drenaggio dei liquidi in eccesso nei tessuti. I fanghi sono un vero e proprio trattamento d’urto contro la cellulite, quindi vanno applicati solo ogni tanto. Si presentano come un’emulsione densa e scura: infatti sono costituiti da plancton termale, alghe marine, oli essenziali ed estratti vegetali. Il prodotto va steso in uno strato spesso sulle parti dove la pelle è a buccia d’arancia e lasciato agire per il tempo indicato sulla confezione; infine si risciacqua bene con acqua tiepida. Le creme e i gel, invece, devono essere applicati quotidianamente, dalla caviglia in su, in corrispondenza dei punti più critici: ginocchia, cosce, glutei, giro-vita e addome. Per fare penetrare meglio il prodotto, è opportuno massaggiare e pizzocottare con dolcezza la parte.

 

Lina Rossi

- -


ARTICOLI CORRELATI