prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Al via ‘Genitori più’

dicembre 4, 2006 12:00 pm

La Regione Veneto lancia una campagna per coinvolgere le famiglie nella promozione della salute dei bambini Incoraggiare le vaccinazioni facoltative, incentivare l’allattamento al seno, promuovere l’astensione dal fumo in gravidanza. Sono solo alcuni degli obiettivi che la Regione Veneto, in collaborazione con i Pediatri di Famiglia, intende raggiungere attraverso il progetto Genitori più, “Campagna di…

La Regione Veneto lancia una campagna per coinvolgere le famiglie nella promozione della salute dei bambini

Incoraggiare le vaccinazioni facoltative, incentivare l’allattamento al seno, promuovere l’astensione dal fumo in gravidanza. Sono solo alcuni degli obiettivi che la Regione Veneto, in collaborazione con i Pediatri di Famiglia, intende raggiungere attraverso il progetto Genitori più, “Campagna di Promozione della Salute nei Primi Anni di Vita Promozione Attiva e Vaccinazioni”. L’iniziativa prende il via il 4 dicembre 2006 e vanta il patrocinio dell’Unicef, oltre al sostegno delle ULSS del Veneto e alla partecipazione, tra gli altri, dei professionisti di GuidaGenitori.it. Ma l’impegno della Regione non finisce qui: in un Convegno gratuito organizzato per il 12 gennaio 2007 operatori, medici ed esperti si riuniranno per illustrare i vantaggi del superamento dell’obbligo delle vaccinazioni e promuovere la sostenibilità delle stesse per sola scelta consapevole dei genitori. La finalità, per entrambi i progetti, è quella di sostenere e divulgare tematiche e informazioni corrette relative al mondo della salute dei bambini nell’intento di valorizzare il più possibile le capacità dei genitori di rendersi protagonisti nel promuovere il benessere dei propri figli.

Sette passi verso la salute dei più piccoli
Spot, interviste, comunicati radio-televisivi, spazi dedicati sulle principali testate giornalistiche. E’ così che “Genitori più”, contando sulla collaborazione dei Servizi di Igiene e Sanità Pubblica e della FIMP del Veneto (Federazione Italiana Medici Pediatri), intende coinvolgere capillarmente l’intera Regione in questo innovativo progetto di promozione della salute nei primi anni di vita. Una promozione che, spiegano gli organizzatori, riconosce la priorità a sette principali interventi, ovvero: l’assunzione di adeguate quantità di acido folico nel periodo preconcezionale, l’astensione dal fumo di sigaretta durante la gravidanza e nei luoghi frequentati dal bambino, l’allattamento al seno esclusivo nei primi sei mesi di vita, la posizione supina nel sonno nel primo anno di vita, l’utilizzo di appropriati mezzi di protezione del bambino negli spostamenti in automobile, la promozione della lettura ad alta voce ai bambini in età prescolare e, naturalmente le vaccinazioni, punto centrale del progetto. Aderire a tutte le vaccinazioni raccomandate dagli operatori, spiegano gli esperti, è fondamentale per preservare il bambino dalle principali malattie infettive, sulle quali la vigilanza rimane sempre alta. Scegliere di vaccinare i propri bambini deve diventare sempre di più una decisione consapevole e quindi basata su informazioni corrette e complete che la Campagna intende scrupolosamente fornire ai genitori, gli unici a cui è consentito di mettere in atto questa e tutte le altre azioni positive promosse da “Genitori più”. “Tra gli strumenti di promozione alla salute – ricordano gli organizzatori della Campagna – occupano un posto di rilievo gli interventi di prevenzione primaria. Molti di questi si basano su campagne di promozione della salute finalizzati a rinforzare determinati modelli comportamentali e stili di vita o a proporne di nuovi, nel rispetto delle libertà individuali e della cultura dei diversi gruppi sociali. La capacità della popolazione di incidere in modo consapevole ed efficace sui propri stili di vita fin dal concepimento è inoltre un elemento costitutivo di una tempestiva ed adeguata acquisizione di competenze sulla genitorialità.”

Il benessere dei bambini in uno spot
E, proprio per permettere ai genitori di partecipare in modo consapevole alla promozione della salute dei propri figli il progetto prevede, fra l’altro, il convolgimento delle famiglie, attraverso la fidelizzazione della popolazione alle proposte e un suo coinvolgimento attivo nella gestione e della salute propria e dei propri figli. “Genitori che danno il meglio assieme ad operatori che offrono il meglio, insieme per prendersi più cura della vita dei nostri bambini, – spiegano gli organizzatori – è la premessa di un buon avvio della vita e di un futuro migliore per tutti.” La Campagna vede inoltre la collaborazione dei professionisti che curano l’informazione del nostro giornale GuidaGenitori.it e dei genitori del Moige. Collaborano alla iniziativa per la parte scientifica anche la Società Italiana di Counselling ad Indirizzo Sistemico (SICIS) e il Centro per la Salute del Bambino (CSB Onlus di Trieste). Il progetto si articolerà in attività svolte attraverso gli Operatori Sanitari (attraverso idonea Formazione), nei punti di contatto appropriati, e attraverso i Media, grazie ad una campagna di marketing sociale della durata prevista di due anni per la quale hanno messo a disposizione la loro immagine e la loro professionalità in veste di testimonials gli attori Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey, coppia in teatro e nella vita, anch’essi genitori. La campagna interesserà tutti i canali mediatici: dalla pubblicità sui quotidiani, agli spot radio e tv, fino alla presenza di un sito dedicato e prossimamente navigabile, dal titolo www.genitoripiu.it, curato dal Dipartimento di Prevenzione dell’ ULSS20 di Verona Ufficio Promozione della Salute, dove gli operatori con i Pediatri di Famiglia di tutte le ULSS del Veneto saranno presenti con attività di sostegno e con informazioni.

Un convegno per promuovere la cultura della salute
Ma il progetto “Genitori più” non è l’unica iniziativa a porre il Veneto tra le Regioni più attente alla salute dei bambini. Per permettere una promulgazione ancor più ampia della prevenzione e della necessità di sensibilizzare ed informare in modo corretto le famiglie, la Regione Veneto ha organizzato per il 12 gennaio 2007 un Convegno gratuito dal titolo “La profilassi vaccinale nel Veneto: stato dell’arte”, in cui verranno presentati i dati epidemiologici preliminari sulle coperture vaccinali in età pediatrica e la situazione attuale dell’accreditamento dei servizi vaccinali. Particolarmente importante in questo senso è lo stato di attuazione del disegno di legge regionale di sospensione dell’obbligo vaccinale, con il superamento del quale il Veneto si pone come modello pilota per il Paese per la sostenibilità delle vaccinazioni come scelta: – “la prevenzione spiegano gli esperti deve essere intesa come opportunità di salute e partecipazione informata, consapevole e convinta della popolazione.” Un incentivo, dunque, per il resto del Paese alla promozione di una cultura della salute fondata esclusivamente sulla conoscenza e sull’informazione corretta. Una opportunità in più per le famiglie di comprendere il valore della prevenzione, intesa come atto di tutela della salute dei propri figli e non come un obbligo a cui dover adempiere senza averne chiare le ragioni. Il convegno è gratuito e vanta il patrocinio fra gli altri anche di GuidaGenitori.it che parteciperà alla giornata con una relazione della Dott.ssa Rosalba Trabalzini, Responsabile Scientifico.

Per informazioni sulla partecipazione o per scaricare il modulo di iscrizione cliccare qui

 

Paola Ladogana

- -



Advertising