prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Aspettando San Valentino, la festa del’amore

febbraio 10, 2016 9:33 am

Ancora pochi giorni e la festa dell’amore aprirà le porte ai festeggiamenti: proviamo a celebrarla in modo diverso, non solo ai partner ma anche a tutti coloro a cui vogliamo bene.

Palloncini a forma di cuore rosso, cioccolatini a profusione, offerte di cene romantiche… A San Valentino il tema dell’amore è d’obbligo e diffuso in tutte le sue forme commerciali. Uscire a cena con il proprio partner, lasciando i bambini per una sera dai nonni, è una piccola fuga che aiuta a rinsaldare la coppia. Anche i fiori, i piccoli doni sono sempre ben graditi. Sarebbe bello, però, per una volta imparare a celebrare San Valentino in un modo diverso, meno commerciale ma proprio per questo a costo zero e molto più educativo.

Una festa per celebrare l’amicizia
I nostri figli, nei giorni scorsi sono stati presi tra festeggiamenti di Carnevale in giro nelle piazze e nelle case e se pensavamo di aver finito con gli accompagnamenti vari, ricrediamoci, iniziano ora i festeggiamenti dell’amore e di tutti coloro che si vogliono bene: nonni, nipoti, cugini e amici. Possiamo allora ad organizzare una inedita – festa dell’amore. Festeggiamo semplicemente l’amore, un requisito è però importante, alla festa si deve partecipare portando un amico o un compagno di classe. Oppure il compagno del corso di tennis o di chitarra, o il vicino di casa … l’obiettivo è aumentare il proprio giro di amicizie e allargare la gioia e il divertimento senza confinarlo solo al gruppo della scuola o degli amici di sempre. Altro requisito della festa: lasciare spazio alla serenità e alla voglia di divertirsi. Ci si deve impegnare: almeno per quel pomeriggio, niente litigi e niente musi lunghi. Ognuno potrà portare un piccolo regalo simbolico, come ad esempio una gomma colorata, una penna, una girandola …. tutti i regali verranno messi in un grande sacco dal quale poi tutti estrarranno a sorte il souvenir del pomeriggio dedicato a chi si vuole bene.

Non dimentichiamo chi è solo
San Valentino sicuramente non è festeggiato da chi vive da solo da tanto tempo, per esempio le persone anziane: tutti noi sicuramente conosciamo un adulto o un anziano che ci saluta con simpatia, dimostrando il desiderio di fare due chiacchiere con i nostri genitori, anche per vincere la solitudine delle sue giornate. Ecco, San Valentino non fa distinzione tra bambini, adulti e persone avanti con gli anni, ciò che conta è l’amore e il rispetto per l’altro. Dimostriamo l’amore nel giorni in cui questo viene festeggiato: portiamo la spesa al vicino di casa in pensione o una torta fatta con le nostre mani o un bel romanzo, perché no? Invitiamolo a mangiare una pizza da noi. Tutto ciò che viene fatto con gioia ci regala serenità e bellezza, sono questi i valori che dobbiamo insegnare ai nostri figli: San Valentino non è solo la festa degli innamorati … è la festa di tutti coloro che si voglio bene e che si dispongono a mostrare l’amore in ogni sua forma. Per molti potrà sembrare uno strano modo di vivere l’amore ma… scoprire la piacevolezza della condivisione dell’amore sarà il più bel regalo di San Valentino per chi lo riceve ma lo sarà soprattutto per noi.

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI