prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Gli “Amici dei Bambini”

novembre 6, 2000 12:00 pm

Attività, obiettivi e sedi di un’associazione che dal 1986 si occupa dei diritti dei figli adottivi L’AiBi nasce quattordici anni fa ad opera di un gruppo di genitori adottivi che decide di costituire un’associazione che operi per la tutela e la promozione delle adozioni. Nel corso degli anni viene riconosciuta prima come ente morale, poi…

Attività, obiettivi e sedi di un’associazione che dal 1986 si occupa dei diritti dei figli adottivi

L’AiBi nasce quattordici anni fa ad opera di un gruppo di genitori adottivi che decide di costituire un’associazione che operi per la tutela e la promozione delle adozioni. Nel corso degli anni viene riconosciuta prima come ente morale, poi come ente autorizzato all’adozione internazionale, infine come Organizzazione non Governativa idonea alla cooperazione internazionale.
Riconoscendo come centrale il diritto di ogni bambino a crescere e a svilupparsi all’interno di una famiglia, l’AiBi si impegna nel determinare e sostenere quelle condizioni per cui una madre e un padre, in qualsiasi parte del mondo si trovino, siano in grado di crescere e custodire il proprio figlio.
Un altro impegno è quello di preparare le famiglie all’accoglienza di un minore abbandonato e al sostegno di quelle disponibili al cammino adottivo.
Inoltre l’Associazione si occupa di informare e sensibilizzare la società nei confronti dei problemi dei minori in difficoltà familiare, con la conseguente assunzione della responsabilità nella promozione dei diritti del minore e della cultura dell’accoglienza.
I tre campi d’azione principali dell’AiBi sono dunque:

  • la cooperazione internazionale e l’educazione allo sviluppo, tramite l’organizzazione, la promozione e la gestione di progetti di cooperazione decentrata rivolti ai minori dei paesi in via di sviluppo e nelle aree di emergenza, finalizzati alla prevenzione dell’abbandono del minore
  • l’adozione internazionale, con l’organizzazione di attività di informazione, sensibilizzazione e formazione per aspiranti genitori adottivi e la gestione integrale delle procedure di adozione internazionale all’estero
  • la promozione dei diritti del minore, tramite l’organizzazione di convegni, seminari, dibattiti nonché la realizzazione di pubblicazioni sulle problematiche dei minori in difficoltà

  • In Italia l’associazione Amici dei Bambini può contare su due sedi principali, a Milano e a Roma, e su una rete di sedi e rappresentanti regionali sparsi su tutto il territorio nazionale. In linea poi con il suo carattere internazionale l’AiBi ha uffici operativi anche all’estero, come ad esempio in Albania e Brasile, ed alcune rappresentanze in paesi quali la Cina, la Russia, l’Ecuador, la Colombia e la Bolivia.

    In Rete:
    Il sito ufficiale dell’AiBi

     

    Luciano Chicarella

    - -


    ARTICOLI CORRELATI