prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Quando il Di.To indica le soluzioni

gennaio 13, 2010 12:24 pm

L’acronimo di Disabilità a Torino è il nome di un nuovo sito web dedicato alle famiglie con figli diversamente abili: informazioni sulle agevolazioni, la scuola e il tempo libero. Di.To. (acronimo di Disabilità a Torino) è un’iniziativa che, pur guardando soprattutto al capoluogo piemontese, intende offrire – alle famiglie con bambini disabili in età compresa…

Quando il Di.To indica le soluzioni

L’acronimo di Disabilità a Torino è il nome di un nuovo sito web dedicato alle famiglie con figli diversamente abili: informazioni sulle agevolazioni, la scuola e il tempo libero.

Di.To. (acronimo di Disabilità a Torino) è un’iniziativa che, pur guardando soprattutto al capoluogo piemontese, intende offrire – alle famiglie con bambini disabili in età compresa fra zero e dieci anni – una prospettiva più ampia sia per quanto riguarda la raccolta e l’aggiornamento di dati su normative e funzionamento dei servizi sociosanitari, sia nello scambio di esperienze trasversali e allargate tra le famiglie a cui l’iniziativa è diretta.

L’impegno di Area Onlus
Proprio dalla collaborazione fra gli operatori del servizio di consulenza “Che fare” di Area Onlus” (associazione torinese che dal 1982 si occupa di disabilità) e i genitori che negli anni si sono rivolti al servizio stesso, è nato il sito web dito.areato.org dedicato ai bambini con disabilità e rispettive famiglie. La principale missione dell’Associazione è di lavorare a favore di tutte le patologie, con l’intento di sostenere processi di riabilitazione, di integrazione e di ricostruzione di una rete di legami formali e informali. I risultati ottenuti da “Area Onlus”, nel corso di un quarto di secolo punto di riferimento per oltre trentamila famiglie, hanno dimostrato quanto sia importante la condivisione delle informazioni e delle esperienze sulle dinamiche che si sviluppano all’interno di nuclei familiari colpiti da una situazione di handicap. Ha però messo in evidenza anche la necessità di progettare e realizzare strumenti nuovi, in grado di facilitare e migliorare lo scambio di idee, di consigli e percorsi. A questa necessità risponde appunto il sito web “dito.areato.org”, che offre in modo ancora più semplice, rapido e aggiornato un orientamento tra le risorse cittadine e le notizie collegate alla disabilità. Nel corso della presentazione, la responsabile di “Area”, Giovanna Recchi, ci ha tenuto però a precisare che, pur dedicandosi soprattutto a Torino, l’associazione sta lavorando alla costruzione di una rete con altre strutture simili a livello nazionale.

Un sito ricco di informazioni
Tra le sezioni principali in cui è stato suddiviso Di.To, da segnalare i “Percorsi” attraverso i quali orientarsi alla ricerca di informazioni. Da qui, sei aree di approfondimenti come quelle dedicata ai benefici e permessi cui hanno diritto i genitori di bambini con handicap, un capitolo che presenta alcune delle possibilità che lo Stato offre alle famiglie per far fronte almeno parzialmente a necessità di ordine economico e organizzativo. O ancora informazioni sul come svincolarsi nell’iter burocratico per il rilascio delle certificazioni; oppure la relazione con la scuola e i diritti degli alunni con disabilità, le agevolazioni fiscali, persino i consigli su come ottenere contributi per l’eliminazione di barriere architettoniche presenti in casa. Ed un’intera sezione dedicata allo sport e al tempo libero di particolare rilievo, perché le famiglie sanno bene quanto tempo devono dedicare nei primi anni di vita ai figli con disabilità, a cominciare dall’instaurare buone relazioni con gli ospedali, i servizi sanitari, e dall’affrontare il peso della burocrazia; resta poco tempo per pensare a sport e tempo libero. Per questo sul sito web si possono trovare tante informazioni sull’importanza dello sport nello sviluppo psico-fisico anche dei bambini disabili, con consigli sulla disciplina più adatta, che può essere l’ippoterapia piuttosto che uno sport acquatico, oppure lo sci, per il quale è presente una lista di impianti con scuole di sci specifiche in Piemonte e Valle d’Aosta. Per quanto riguarda il tempo libero, al fine di ridurre i rischi di fallimento di vacanze e gite fuori porta, Di.To mette a disposizione tutte le informazioni raccolte e la possibilità di condividere i suggerimenti e le esperienze di tante famiglie che, alla disabilità, rispondono restando in movimento.

In Rete
Di.To – Disabilità a Torino

 

Marina Zenobio

- -



Advertising