prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Decorare la casa per Natale rende felici

dicembre 8, 2017 9:59 am

Addobbare l’albero, creare il presepe, scegliere le decorazioni per la casa e il giardino sono gesti che aiutano a recuperare la serenità perché fanno tornare un po’ tutti bambini

Ormai siamo a dicembre e, con il lungo ponte dell’Immacolata, si inizia a entrare nel periodo che precede le feste natalizie. Le strade, le piazze, le abitazioni iniziano ad accendersi di luci calde e decorazioni che preludono alla gioia del Natale. Non è un’impressione: secondo gli esperti, gli addobbi natalizi carichi di colore rendono più felici, ma non è sufficiente ammirarli da lontano: per un vero effetto terapeutico  del colore sull’umore è opportuno darsi da fare per addobbare personalmente la casa. Ci si sentirà più felici.

 

Un po’ come tornare bambini

Secondo un esperto inglese, decorare la casa per le feste di Natale aiuta a connettersi con il bambino interiore che è in ciascuno di noi. Questo fa recuperare i ricordi di un passato libero dallo stress e dalle tensioni della vita adulta e aiuta a rilassarsi e a provare sensazioni di benessere. Uno studio che risale addirittura al 1989 ha riscontrato che coloro che decorano casa per il Natale sono considerati dai vicini più amichevoli e mostrano un maggior senso di coesione famigliare. Non serve spendere un capitale in decorazioni già pronte. Basta un po’ di fantasia utilizzando oggetti recuperati in casa, o magari raccolti nei prati. Se poi si hanno dei bambini, il creare insieme le decorazioni è anche un momento di gioia, di divertimento diverso da solito e può anche essere un’occasione per dare sfogo alla creatività individuale. Non importa, poi, se le decorazioni non sono perfette.

 

Decorazioni divertenti a costo zero

Per creare belle decorazioni natalizie spendendo poco o nulla insieme ai bambini, basta un po’ di fantasia, materiali sicuri e attenzione ai più piccoli quando usano le forbici, che devono essere ergonomiche e con le punte arrotondate. Un ramo raccolto al parco, colorato con vernice oro o argento, ovviamente atossica e decorato con fiocchetti di nastro rosso, magari trovato in qualche fondo di cassetto, sarà un splendida decorazione per la porta di casa oppure per il caminetto. Un semplice piatto in plastica, con tre candele rosse incollate in piedi e la basa ricoperta di sale grosso da cucina, è un originale centrotavola, così come tre pigne trovate nel parco, decorate con un nastro rosso e incollate su un semplice cartoncino, a supporto di una grossa candela, magari dorata. Sono idee semplici che possono anche costituire un gradito regalo per i nonni, la maestra o il vicino di casa.

 

Divertirsi imparando le regole

Anche le casette del presepe possono essere realizzate in casa: occorrono scatole di dimensioni non eccessive, da colorare di marrone. Con l’aiuto della mamma e del papà si possono ritagliare le finestre e con gli avanzi di cartone si possono creare il camino, il tetto, le persiane. Il muschio, raccolto sugli alberi vicino a casa, può essere utilizzato per decorare le casette stesse, oltre che i fondali, i muretti, per creare alberi e cespugli. Dedicare qualche ora nel fine settimana, mentre fuori fa già buio ed è freddo, ha una forte valenza educativa per i bambini. Oltre a stimolare il piacere di stare insieme alla propria famiglia, creando qualcosa di magico da materiali semplici, riempie i piccoli di soddisfazione, di gratificazioni nelle loro capacità creative. Inoltre, scegliere i materiali, i colori, toccare il muschio, il legno, il cartone, imparare a realizzare i fiocchi, a gestire la colla e le forbici, è un forte stimolo tattile e cognitivo. E li aiuta anche a rispettare un ruolo: avere pazienza nel realizzare un piccolo oggetto, non arrabbiarsi se non è perfetto. Insomma, addobbare la casa per Natale rende felici ed educa giocando.

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI