prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Vaccini: autocertificazione per ammissione a scuola

luglio 9, 2018 10:00 am

Una circolare interministeriale tra il Ministero della Salute e quello della Pubblica Istruzione validerà l’autocertificazione, non sarà più necessario il certificato vaccinale della ASL

Il mondo scientifico sta prendendo le distanze da quanto detto dal Ministro della Sanità in conferenza stampa a proposito dell’autocertificazione da parte dei genitori in sostituzione del certificato della ASL attestante le vaccinazioni eseguite.  Il primo organismo a contestare la decisione è il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità –ISS, prof. Ricciardi, smentendo di fatto i numeri della copertura vaccinale dichiarati dall’On.le Grillo. Immediatamente a seguire i medici della SIMIT – Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali e della SIMG – Società Italiana di Medicina Generale, hanno contestato il fatto che decisioni riguardante la salute pubblica vengano prese da organi politici ignorando il parere degli unici esperti in materia: i medici, soprattutto gli infettivologi.

 

I numeri delle coperture vaccinali dopo la legge dell’obbligo

Nonostante l’obbligatorietà la copertura vaccinale a livello nazionale per l’esavalente è al 94% mentre la vaccinazione per il morbillo non raggiunge il 92%. Di certo non possiamo dimenticare che il morbillo continua a mietere vittime, nel 2017 sono stati ben settemila i casi registrati e di questi otto hanno perso la vita. E che dire poi della varicella, un’altra delle malattie infettive con gravi sequele. Nonostante questi valori siano aumentati negli ultimi mesi del 4,5% grazie all’entrata in vigore della legge, ancora non ci siamo.  Il valore ottimale per avere la copertura di sicurezza, così da proteggere tutti coloro che a causa di malattie immunitarie non possono essere sottoposti a vaccino è del 95%, così come stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Quindi ad oggi nessuna malattia ha ancora raggiunto il valore di sicurezza, andrebbero incoraggiate le vaccinazioni così da avere ottenere la così detta immunità di gregge piuttosto che abbassare la guardia.

Perché l’autocertificazione se l’anagrafe vaccinale è attiva

Sarà sufficiente una autodichiarazione di vaccinazione eseguita da parte dei genitori in sostituzione del certificato rilasciato dalla ASL per la prima iscrizione alla scuola dei bambini dai 0 ai 6 anni. Così si è espressa il Ministro della Salute On.le Grillo in accodo con il Ministro della Pubblica Istruzione On.le Bussetti.  Il prossimo 10 luglio sarà sufficiente consegnare l’autocertificazione superando di fatto l’obbligo di presentare la documentazione legale. La circolare interministeriale demanda ai genitori la facoltà di attestare l’avvenuta vaccinazione dei propri figli, superando di fatto la certificazione ufficiale delle ASL. L’autocertificazione sarà titolo legale per l’iscrizione dei bambini alle classi materna e primaria per il prossimo anno scolastico 2018-2019. Il Ministro ha inoltre aggiunto che anche se entro il 10 luglio non si è prodotta l’autocertificazione, lo si potrà fare successivamente, ma comunque entro l’inizio dell’anno scolastico. Inoltre, si potrà anche solo autocertificare di aver preso l’appuntamento con la ASL per effettuare la vaccinazione, e dunque non di averla già eseguita. L’On.le Grillo ha aggiunto che potrebbero essere previsti controlli a campione per verificare la regolarità delle autocertificazioni. Una domanda è a questo punto d’obbligo, come possiamo essere sicuri della veridicità dell’effettiva vaccinazione avvenuta e a chi toccherà l’onere anche economico della verifica?

Vorrei concludere con una nota del prof. Galli, infettivologo, presidente della SIMIT: il conseguimento delle coperture vaccinali è un obiettivo prioritario che non deve essere messo in pericolo da alcun tipo di auto giustificazione o di scappatoia irresponsabile al dovere civico della vaccinazione nel rispetto della salute di tutti.

Vaccinazioni, la nostra guida semplice, per una scelta consapevole

 

dott.ssa Rosalba Trabalzini

Responsabile scientifico Guidagenitori.it

- -


ARTICOLI CORRELATI