prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Un disturbo, un rimedio

aprile 30, 2007 12:00 pm

L’omeopatia offre strumenti mirati per contrastare i sintomi principali delle allergie primaverili Eccoci qui ad affrontare un’altra primavera prodiga di pollini e di muffe di vario genere che con l’aumento progressivo della temperatura si diffondono gradualmente nel nostro habitat riattivando il sistema immunitario dei pazienti allergici e accendendo l’annuale attenzione su questo problema .Quest’anno ci…

L’omeopatia offre strumenti mirati per contrastare i sintomi principali delle allergie primaverili

Eccoci qui ad affrontare un’altra primavera prodiga di pollini e di muffe di vario genere che con l’aumento progressivo della temperatura si diffondono gradualmente nel nostro habitat riattivando il sistema immunitario dei pazienti allergici e accendendo l’annuale attenzione su questo problema .
Quest’anno ci ha portato un inverno di temperature eccezionalmente miti che hanno sfalsato i ritmi consueti di immissione nell’ambiente degli allergeni, di conseguenza anche durante i mesi solitamente liberi dalla presenza di pollini molti pazienti grandi e piccoli hanno sofferto, seppur in maniera contenuta, di forme allergiche con asma e rinite.
Nella maggior parte dei casi si è trattato di forme blande di allergia che però con l’arrivo di temperature primaverili (più stabilmente alte) si sono trasformate nelle forme classiche di asma, rinite e congiuntivite espresse con la sintomatologia piena: crisi di starnuti, secrezione acquosa ed irritante del naso, occhi irritati, infiammati con molta lacrimazione, difficoltà di respirazione .

I rimedi omeopatici principali
La medicina omeopatica dispone di strumenti efficaci per affrontare questi disturbi. Tra i rimedi più usati spicca Allium Cepa, adatto alle forme di rinite classica con starnuti, secrezione acquosa e bruciore del naso che è fortemente irritato. In alcuni casi, sul bordo esterno e interno delle narici si possono formare anche delle abrasioni o piccoli taglietti molto fastidiosi, gli occhi sono colpiti in maniera ridotta rispetto al naso ma sono comunque irritati e lacrimano.

Per le forme in cui gli occhi sono primariamente colpiti Euphrasia è il rimedio più adatto. E’ utile quando c’è una lacrimazione abbondante e irritante, gli occhi sono molto arrossati, il paziente ha la sensazione di avere sabbia negli occhi ed è infastidito anche dalla luce, il naso è irritato ma in maniera minore che in Allium Cepa, ci può essere comunque secrezione acquosa.

In alcuni casi alla rinite e alla congiuntivite si aggiunge un sintomo molto fastidioso se pur non pericoloso in sé (come può invece essere l’asma) e cioè il prurito in gola e nel palato: in questo caso Sabadilla porterà sollievo rapidamente.

Quando invece i sintomi più importanti sono difficoltà di respirazione (dispnea) con sibili, tosse secca e senso di mancanza d’aria Arsenicum Album o Nux Vomica sono i rimedi adatti. Quest’ultima è la situazione più importante di tutte quelle descritte e non deve essere presa troppo leggermente: l’asma allergico può in determinate circostanze trasformarsi in un qualcosa difficile e al limite pericoloso da gestire in autonomia e il parere del medico diventa indispensabile.

Come assumere i rimedi
I rimedi vanno presi con una frequenza relativa all’intensità dei sintomi, si devono cioè ravvicinare le somministrazioni fino ad intervalli di tempo anche molto brevi fino al miglioramento dopodichè è necessario diradare a due o tre ore fino alla guarigione.
Solitamente si somministrano tre granuli alla volta che vengono sciolti in bocca oppure si può preparare una soluzione con un bicchiere d’acqua semplice nella quale vengono sciolti dieci-dodici granuli del rimedio adatto e si prenderanno dei sorsi al posto dei granuli, è consigliabile terminare il bicchiere in sei-otto sorsi. La soluzione è lievemente più efficace dei granuli e consente di idratare il paziente ma è un po’ scomoda.

Una terapia per eliminare la malattia allergica
Vogliamo ricordare a tutti i genitori di bambini allergici che l’Omeopatia costituzionale è in grado di ottenere risultati non solamente sulle fasi acute della malattia allergica ma soprattutto sull’aspetto cronico proprio delle allergie di qualsiasi natura. La terapia omeopatica costituzionale ha lo scopo di eliminare permanentemente la malattia allergica liberando così il piccolo paziente dalle “stimmate ereditarie” ormai di così frequente riscontro in moltissimi gruppi familiari.
Ovviamente ci sono dei limiti imposti dalla dimensione del fenomeno nel senso che un bambino con i genitori allergici (e magari anche qualche altro familiare) avrà dei risultati diversi da quelli ottenuti da un altro bambino che non ha tutti questi ascendenti aggravanti nella famiglia d’origine. Ma anche nei casi più difficili si è comunque autorizzati a nutrire delle aspettative di tangibile miglioramento. La primavera non è la stagione adatta per questi intenti, mentre lo sono estate ed autunno, perché la terapia costituzionale produce i migliori risultati su queste patologie quando il piccolo paziente si trova in uno stato di salute ottimale o quasi, quando cioè l’energia vitale può essere diretta esclusivamente a sradicare questa condizione.

 

Dott. Mauro Alviani
Licenced Associate Faculty of Homeopathy of United Kingdom

- -


ARTICOLI CORRELATI