prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Adolescenti, in arrivo le linee guida per la buona salute del cavo orale

febbraio 13, 2015 9:30 am

In arrivo dal Ministero della Salute le nuove direttive per garantire la buona salute della bocca, molti ragazzi soffrono di carie, ma anche fumo, alcolici, piercing e alimenti sbagliati possono creare seri problemi .

I ragazzi crescono e, con loro, cambiano anche i problemi legati alla salute dei denti. Quando i nostri figli erano piccoli i problemi più seri riguardavano essenzialmente le carie ed i traumi agli incisivi, quando si entra nell’adolescenza gli agenti dannosi per la salute del cavo orale cambiano ed anche di molto. Per questo motivo il Ministero della Salute ha messo a punto delle linee guida pensando proprio ai teenagers, per far capire quali sono i comportamenti sbagliati e quali conseguenze possono avere sulla salute della bocca.

Più carie tra gli adolescenti
Crescendo, in primo luogo, aumenta l’incidenza della carie: se a 4 anni circa un bimbo su cinque – il 21,6% ha questo problema, a 12 anni quasi un ragazzo su due – 43,1% ha almeno un dente cariato. I problemi sono in parte simili a quelli dei bambini: igiene orale scarsa o scorretta e consumo eccessivo di alimenti dolci e bevande zuccherate. Attenzione, però: gli adolescenti oltre a caramelle e bibite gasate zuccherine consumano anche bibite energetiche e soft drinks: questi, oltre a contenere molto zucchero hanno anche un tasso di acidità elevato, in grado di attaccare lo smalto dei denti. Inoltre, consumano chewing gum pieni di zucchero, che spesso vengono gettati via non appena il sapore dolce viene meno, per essere sostituiti da un altro. I denti sono continuamente esposti allo zucchero, trasformato in acido dai batteri presenti nel cavo orale.

Le abitudini che danneggiano i denti
I rischi per denti e cavo orale non derivano soltanto dall’alimentazione scorretta. Anche i piercing possono causare danni, perché la presenza, secondo gli esperti, espone maggiormente al rischio di un trauma ai denti e/o alle labbra. Senza contare una scorretta igiene del piercing stesso, questa deve essere garantita da un buon colluttorio oppure con impacchi di semplice acqua e sale per combattere i batteri che si annidano alla base dei piercing responsabili così di processi infettivi. Attenzione anche ai comportamenti scorretti tipici dei giovanissimi: mordicchiare penne e matite, mangiucchiare carta o gomma da cancellare, mettere in bocca oggetti taglienti danneggia denti, gengive e labbra. Anche il fumo ha la sua responsabilità: macchia i denti in modo spesso indelebile, modifica il pH del cavo orale predisponendo alla carie e può addirittura predisporre a forme tumorali.

Le regole per difendere la bocca
Per mantenere i denti sempre sani ecco quindi le regole del Ministero. È bene moderare gli zuccheri, gli energy drink e i soft drink. Per bere comunque è preferibile usare una cannuccia e, in presenza di cibi o bevande acide che già deteriorano i denti, aspettare un po’ per spazzolarli per non peggiorare la situazione. Se non si possono lavare i denti dopo i pasti si può masticare un chewing-gum senza zucchero, allo xilitolo. Le visite odontoiatriche sono essenziali per la diagnosi di disturbi dell’alimentazione come la bulimia o l’anoressia ad esempio, mascherati, attraverso il riconoscimento di segni indicativi: variazioni di colore, forma e lunghezza dei denti e aspetto traslucido. Fumo, alcol e droghe, oltre a creare danni a tutto l’organismo, possono anche predisporre a tumori cavo orale. Il fumo predispone sei volte di più allo sviluppo di un tumore del cavo orale. E anche le bevande alcoliche, per il loro elevato contenuto di zuccheri, provocano un’acidosi orale e predispongono allo sviluppo di erosioni e carie dentali. L’uso e l’abuso di sostanze e di alcuni farmaci determinano alterazioni del senso di fame, in eccesso o in difetto, e modifiche del comportamento alimentare che si ripercuotono anche sulla salute orale.

Lina Rossi

- -


ARTICOLI CORRELATI