prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Il dentista in Italia è considerato un lusso, raramente si ricorre alle sue cure

maggio 23, 2012 11:51 am

La salute dei denti passa per una buona prevenzione. Purtroppo sono sempre meno le persone che possono sedersi sulla poltrona del dentista a causa dell’elevato costo delle terapie odontoiatriche e del parodonto.

Secondo una recente indagine, condotta per l’Osservatorio sanità di UniSalute, è emerso che sempre meno italiani si sottopongono a visite odontoiatriche. Spesso la causa è l’eccessiva onerosità di questo tipo di cure. Si deve però considerare che la prevenzione evita l’insorgere di numerosi problemi odontologici e che non sottoporsi al controllo periodico può comportare, oltre all’aggravarsi di eventuali patologie, anche un aumento dei costi conseguenti al mancato tempismo nel curare il caso. Per evitare questo è necessario recarsi dal dentista per la visita di controllo almeno una volta l’anno. La prevenzione in campo dentistico è importante per noi quanto per i nostri figli, è possibile infatti prevenire i problemi odontoiatrici già in tenera età.

Cosa emerge dalle indagini
Secondo una recente indagine condotta per l’Osservatorio sanità di UniSalute (la compagnia del gruppo Unipol specializzata in assistenza e assicurazione sanitaria) è emerso che il 51% degli italiani non si sottopone a visite odontoiatriche da oltre un anno. Tra coloro che evitano il dentista uno su dieci lo fa perché ritiene che le cure odontologiche comportino una spesa eccessiva. Il 15% di chi pensa questo appartiene alla fascia di età compresa tra i 30 e i 34 anni; inoltre, tra le persone a cui viene chiesto a quale cure mediche rinuncerebbe a causa dei costi, il 35% risponde proprio alle cure odontoiatriche. Tuttavia sono molti coloro che non mancano al controllo annuale (il 49%); tra questi però il 9% lo fa durante il mese della prevenzione gratuita, proprio per non esser gravato dall’onere del dentista. La maggior parte degli italiani (8 su 10) è perfettamente consapevole dei prezzi delle cure più comuni, quali ad esempio le otturazioni, le estrazioni o l’igiene dentale. Per avere la possibilità di sottoporsi a prestazioni odontoiatriche di qualità, ma a prezzi contenuti,molte persone si documentano nei forum che si occupano di salute, richiedendo informazioni e confrontando i vari preventivi.
L’Andi (Associazione nazionale dentisti italiani) ha registrato 2, 5 milioni di visite in meno nel 2010, con la previsione per il 2011 di un’ulteriore flessione del 49%. Solo l’1% effettua le cure dentistiche mediante un’assicurazione sanitaria.

Perché è necessario sottoporsi ai controlli
Per quanto si possa pensare che sottoporsi a controlli periodici dal dentista comporti dei costi eccessivi, bisogna sapere che non farlo ci fa andare incontro ad una spesa ancora maggiore. Un esempio classico di quanto appena detto è costituito dalla carie che, n termini economici, costa notevolmente meno se curata tempestivamente. Il costo della cura di una carie, con conseguente otturazione, si aggira intorno ai 150€, ma se viene trascurata tende a progredire fino ad attaccare il nervo. In questo caso sarà necessaria la devitalizzazione, che comporterà una spesa pari a circa il doppio del prezzo della normale cura, senza contare che, con il passare del tempo, il dente dovrà essere incapsulato e questo ci costerà ancora di più. Per non parlare del dolore che sarà tanto maggiore quanto più verrà trascurato il problema. La prevenzione nel campo odontoiatrico è di fondamentale importanza anche per i nostri bambini: il primo controllo dovrebbe essere effettuato intorno ai due anni. Nel corso del primo incontro il dentista valuta lo stato di salute della bocca del bambino tenendo in considerazione la corretta occlusione tra le arcate dentali. Il medico spiegherà anche a noi genitori come curare l’igiene orale dei nostri ragazzi e quali sono le cattive abitudini che dovremo evitare per permettere alla bocca di formarsi in modo corretto e ai dentini di crescere sani.
I controlli devono essere effettuati ogni sei mesi, per permettere di curare tempestivamente problemi che possono comportare la predisposizione all’insorgere di carie, alterazione delle articolazioni e caduta precoce dei denti. Per noi adulti è invece consigliato almeno un controllo annuale, così da prevenire l’insorgere di tutti quei fastidiosi disturbi che, se protratti nel tempo comporteranno oltre ad una maggiore sofferenza, anche una spesa destinata a crescere.

Simona Marchionni

- -


ARTICOLI CORRELATI