prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Se c’è un corpo estraneo negli occhi

luglio 19, 2017 10:00 am

Uno degli inconvenienti delle vacanze è la possibilità che qualcosa di estraneo entra negli occhi, può essere un moscerino o un granello di sabbia, della polvere ma anche della crema solare.

La vacanza significa stare il più possibile all’aria aperta, è più che giusto. I bambini hanno bisogno di giocare, sia al mare sia in campagna, come anche in città  insieme con gli altri,  hanno bisogno di pasticciare con la terra,  con la sabbia o correre nel parco. Qualsiasi cosa facciano, il fatto stesso di stare fuori all’aperto, la possibilità che qualcosa di estraneo entri nei loro occhi è più che reale: è sufficiente una folata di vento perché entri della polvere ad esempio.

 

Cosa fare se la polvere entra negli occhi

La prima cosa che spontaneamente viene da fare è  portare le mani agli occhi e strofinare, ecco questo è totalmente sbagliato, perché se il granello di polvere è un poco più grande di spessore, stropicciare gli occhi potrebbe graffiare la congiuntiva,  la pellicola che riveste completamente l’occhio. La cosa migliore è lasciar lacrimare l’occhio, le lacrime  lo  lavano  dall’interno portando via ogni residuo polveroso. Se il disturbo continua si può ricorre a un collirio  a pH fisiologico così da lavar via  completamente la polvere.

 

Se è una sostanza chimica a penetrare nell’occhio

Può capitare più spesso di quanto si immagini,  è sufficiente pensare alla crema solare. In questo caso la prima cosa da fare è lavare immediatamente l’occhio con acqua tiepida  per almeno venti minuti così da portare via ogni residuo chimico della sostanza. Se  l’interno dell’occhio diventa molto rosso si può applicare un panno bagnato con acqua fresca come tampone sull’occhio chiuso evitando però di strofinare. Le sostanze chimiche più dannose per gli occhi non sono tanto gli acidi che colpiscono  e bruciano più in superficie, quanto le sostanze basiche  tipo ammoniaca, questo perché penetrano più in profondità creando appunto una lesione non visibile immediatamente e quindi più grave.

 

Qualcosa può colpire l’occhio con forza

Una pallina da tennis o una semplice palla di gomma può per sbaglio colpire con forza un occhio, questo tipo di incidente  può provocare un danno non visibile immediatamente oltre al forte  dolore. E’ bene far controllare da un oculista l’occhio per verificare che non ci siano dei microtraumi. La perdita della visione potrebbe evidenziarsi a distanza di un paio di giorni. In questo caso  non applicare nessun tipo  di crema nell’occhio fin quando non sia ispezionato dallo specialista. Se a colpire l’occhio è qualcosa di puntuto o tagliente, non provare a toglierlo o cercare di sciacquarlo con acqua, è preferibile andare al pronto soccorso e a protezione dell’occhio mettere il fondo di  un bicchiere di carta o plastica, tagliato a circa 3 cm. così da  proteggerlo da agenti esterni.

 

Rossi Lina

 

- -


ARTICOLI CORRELATI