prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Problemi di linguaggio: quando intervenire

gennaio 23, 2018 10:00 am

I disturbi del linguaggio possono colpire i bambini in età prescolare, circa il 5%. I disturbi possono essere di due tipi: linguaggio ritardato o disordinato, alle volte è bene non intervenire

L’apprendimento ritardato del linguaggio ha tipici schemi linguistici e vocali, sono frequenti nella fascia di età quattro – cinque anni, sono questi i casi in cui è bene non intervenire e mettersi in vigile attesa degli eventi. Il linguaggio disordinato è caratterizzato da errori atipici e sono osservati in meno del 10% dei bambini nella stessa fascia di età.

 

Apprendimento ritardato del linguaggio

Uno studio di Morgan e colleghi – Melbourne, Australia – ha esaminato la persistenza delle difficoltà linguistiche nei bambini di quattro anni, la decisione era stata quella di non intervenire terapeuticamente ma di mettersi in vigile attesa. Per lo studio iniziale furono reclutati 1494 i bambini di diversi strati socio-economici, tutti avevano avuto una valutazione del linguaggio. Lo studio prevedeva di rivalutare all’età di sette anni tutti i bambini identificati con errori di linguaggio: 160 bambini, ovvero l’11% degli arruolati alla ricerca. I ricercatori seguirono solo 93 dei 160 bambini e quindi rivalutati all’età di sette anni. Non furono riscontrate differenze cliniche tra i due gruppi: quelli seguiti e quelli non trattati. Per le valutazioni effettuate a quattro e sette anni di età furono utilizzati metodi di prova standard e validati. Dei bambini rivalutati a sette anni, il 60% era stato diagnosticato con un ritardo del linguaggio parlato. La risoluzione della problematica tra i bambini con diagnosi di ritardo del discorso, era stata del 69,6% rispetto al 40,5% dei bambini che avevano presentato un disturbo del linguaggio all’età di quattro anni. Gli autori dello studio hanno concluso che il discorso ritardato all’età di quattro anni si è risolto spontaneamente nella maggior parte dei bambini a partire da sette anni, suggerendo che un approccio vigile sarebbe appropriato per quel gruppo, ma non per quelli con disturbo del linguaggio disordinato all’età di quattro anni.

 

Linguaggio disordinato

Quindi, i disturbi del linguaggio sono condizioni problematiche e vanno valutate in corso di sviluppo e non sempre richiedono un trattamento specifico. Mentre i bambini con disturbo del linguaggio disordinato a quattro anni necessitano di un aiuto terapeutico per fare ordine tra la terapia vocale e linguistica. Questa è certamente una raccomandazione ragionevole così come è assolutamente da notare che i bambini con questo disturbo hanno bisogno di follow-up ravvicinati.  I disturbi caratteristici del linguaggio disordinato prevedono deficit: dell’articolazione, dell’eloquio e del linguaggio espressivo. Di fronte a  questi disturbi specifici del linguaggio il logopedista sceglie dunque le strategie terapeutiche,  il contesto, gli strumenti e i materiali per produrre situazioni dove le parole conducono e vengono stimolate alla loro riproduzione in maniera indiretta. Le strategie possono essere di diverso tipo: centrate sul bambino e sul contesto espressivo.

 

Dott.ssa Rosalba Trabalzini

Responsabile scientifico di Guidagenitori.it

 

- -


ARTICOLI CORRELATI