prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Le malattie sessuali sono sempre più diffuse, soprattutto tra le ragazze

ottobre 2, 2013 9:30 am

La promiscuità sessuale e la scarsa informazione sta portando a un aumento delle malattie sessualmente trasmesse tra i ragazzi. A rischiare sono soprattutto le femmine. La denuncia arriva dai nostri ginecologi.

Le malattie sessuali un tempo erano prerogativa di chi aveva una vita decisamente disordinata. Ai giorni nostri, il termine malattia sessuale fa pensare solo all’Aids. In realtà, sono tantissime le malattie sessualmente trasmesse che si diffondono con frequenza tra i giovani. La denuncia arriva dai ginecologi italiani, che mettono in guardia sia i genitori, sia gli stessi ragazzi, sull’importanza di un comportamento sessuale consapevole e soprattutto protetto.

Un problema non solo italiano
Il problema della salute sessuale dei ragazzi è stato affrontato dal direttore del centro operativo Aids dell’Istituto Superiore di Sanità, Barbara Suligoi, intervenuta alla conferenza stampa organizzata dalla Federazione Italiana dei Medici Pediatri sulla medicina di genere nell’infanzia e nell’adolescenza. I numeri indicano la reale diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili: in Italia il 3% dei ragazzi e il 5% delle ragazze sotto i 25 anni hanno già contratto un’infezione di tipo sessuale. Purtroppo, ben 400 giovani ogni anno si infettano con l’Hiv, ma crescono anche altre malattie, come i condilomi, dovuti al virus dell’Herpes, che dai 14 ai 19 anni sono triplicati dal 2004 al 2009. Il problema non è confinato solo all’Italia: ogni anno, nel mondo, 111 milioni di giovani sotto i 25 anni si ammalano di infezioni sessuali di tipo batterico. Ancora più numerose e non sempre diagnosticate sono le infezioni di tipo virale, che favoriscono la sterilità e possono esporre al rischio di malattie tumorali. La Clamidia ad esempio riguarda l’8,3% delle ragazze italiane sotto i 19 e se non trattata per tempo, può causare aderenze all’interno delle tube e conseguente sterilità. Stesso discorso vale per la gonorrea, una malattia che, a dispetto del nome antiquato è più che mai attuale.

Malattie sessuali causa di tumori
Le malattie sessualmente trasmesse possono evolvere in forme tumorali. Il virus dell’herpes meglio conosciuto come l’HPV, causa ogni anno in Europa 700.000 casi di condilomi e predispone all’insorgenza di patologie serie del collo dell’utero. E nemmeno i maschi ne sono protetti: sono tantissimi i casi di ragazzi che contraggono forme tumorali ai genitali per colpa del virus. La strade da intraprendere per cercare di arginare questa emergenza sono diverse: prima di tutto è necessario continuare a fare informazione, nelle scuole e nei consultori, sui rischi che si corrono nell’avere una vita sessuale promiscua e disinibita. In secondo luogo si deve ben indicare che, se si desidera fare sesso, esiste un sistema semplicissimo per salvaguardare la salute:il preservativo. In terzo luogo, cerchiamo di agire ancora più con la prevenzione: un semplice vaccino inoculato oltre che alle ragazze anche ai maschi per limitare in modo importante la diffusione del virus dell’HPV. Il vaccino, al momento, viene raccomandato solo le ragazze dodicenni, e nemmeno in modo uniforme nelle regioni italiane.

Lina Rossi

- -


ARTICOLI CORRELATI