prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Piccole bugie, solide unioni

gennaio 22, 2001 12:00 pm

Se volete tutelare la solidità del vostro rapporto di coppia non siate per lui sempre un “libro aperto” Un monito a tutte le signore che si apprestano alla lettura: non contate eccessivamente sulla clemenza e, in molti casi, sull’autoironia dei vostri compagni o mariti. Se avevate deciso di impostare il vostro rapporto di coppia su…

Se volete tutelare la solidità del vostro rapporto di coppia non siate per lui sempre un “libro aperto”

Un monito a tutte le signore che si apprestano alla lettura: non contate eccessivamente sulla clemenza e, in molti casi, sull’autoironia dei vostri compagni o mariti. Se avevate deciso di impostare il vostro rapporto di coppia su principi quali onestà, trasparenza e franchezza forse occorrerà correggere il tiro.
Uno studio dell’Istituto di psicologia transdisciplinare di Roma sostiene che, al contrario, i matrimoni e le convivenze più durature sono basate su una moderata pratica della bugia. In effetti, più che di vere e proprie menzogne, si tratterebbe di più o meno opportune omissioni di vicende che potrebbero incidere sull’equilibrio della coppia. Da quanto sostengono i ricercatori, la vita in due dura mediamente cinque anni in più se i coniugi evitano di dirsi sempre la verità, soprattutto quando in ballo ci sono la fedeltà reciproca o il giudizio di un partner sull’altro.
La ricerca ha evidenziato che, per esempio, gli uomini sarebbero quasi totalmente privi di senso dell’umorismo. Quando una donna mette in dubbio la potenzialità virile del proprio compagno il litigio esploderebbe almeno nel 90% dei casi. Un uomo tollera molto difficilmente di non essere considerato il più intelligente (90%), il più affascinante (87%), il più colto (56%), il più elegante (48%), il più dialettico (42%) e il più sportivo (37%). Se avete deciso di confessare un vostro tradimento, inoltre, sappiate che la verità che state per rivelare potrebbe portare, almeno nel 75% dei casi, alla separazione della coppia, mentre se ritenete di tenere per voi il segreto, allora avete almeno 85 possibilità su 100 che l’unione non subisca incrinature.
Lo studio, peraltro, sostiene che la sincerità non paga in ugual misura con gli uomini e con le donne. Il tradimento viene rinfacciato dal 95% delle consorti e dal 90% degli uomini, anche più volte al giorno. Anche le donne, comunque, dovrebbero esercitare maggiormente la loro capacità di assorbire i “colpi” che possono derivare dai giudizi a volte frettolosi degli uomini. La cosa che brucia maggiormente ad una donna è avvertire di poter risultare inferiore ad un’altra. Se un uomo dimostra o confessa di apprezzare il look o il portamento di un’altra donna, il conflitto scoppia almeno nell’80% dei casi.
Alle donne non piace affatto essere considerate poco eleganti, poco educate e, nonostante tutto, poco sexy. Tacere i difetti del partner, magari solo occasionali, per esaltarne ad ogni occasione i pregi costituirebbe, a detta degli studiosi, la ricetta ideale per cementare il legame. L’ultima confidenza sottovoce: se manifestate troppo spudoratamente le vostre fantasie erotiche più trasgressive potreste venir giudicate, almeno nel 70% dei casi, un po’ troppo “facili”. Ma non avevamo superato certi anacronistici pregiudizi?

 

Giancarlo Strocchia

- -



Advertising