prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Il lavoro a tempo determinato per le donne

ottobre 7, 2015 4:11 pm

I tempi di lavoro sono limitati e questo può dare insicurezza, ma con la flessibilità reciproca e l’impegno, il lavoro a tempo determinato può dare grandi soddisfazioni.

Nel nostro paese, il lavoro fisso, a tempo indeterminato, è sempre stato una sorta di mito, un’aspirazione di tutti. In tempi meno difficili di adesso, era considerato anche un diritto, giustamente, ma oggi che l’economia è cambiata e in seguito alla crisi è venuto il momento di cambiare anche il proprio modo di pensare. E di diventare più flessibili.

Può essere un modo per arricchirsi
Sono nati proprio su questa scia i contratti a tempo determinato: contratti di lavoro che durano solo un certo periodo, al termine del quale il datore di lavoro poteva rinnovare oppure decidere diversamente. Un bel cambiamento, certo, rispetto alla certezza del posto fisso, ma al quale ci si deve adeguare, adattandosi alla nuova situazione e anche sfruttando i vantaggi di questa situazione. In primo luogo, i contratti a tempo determinato possono essere un vantaggio soprattutto per i giovani e anche per le donne, per quelle che sognano di poter lavorare ma anche di mettere su una famiglia. Tra un lavoro e l’altro, infatti, una donna può occuparsi dei figli, ma anche cercare di migliorarsi dal punto di vista professionale. Se, per esempio, ha lavorato nel modo della grafica e si è accorta di avere qualche carenza, può frequentare un corso o studiare per approfondire, per esempio, un programma informatico che consente di colmare una lacuna. Nel lavoro successivo, il curriculum sarà più ricco e interessante.

Si impara a essere più creativi
Un altro vantaggio dei contratti a tempo determinato è il fatto di confrontarsi sempre con nuove realtà e incontrare colleghi e persone sempre nuove. Questo può generare, almeno all’inizio, un po’ di ansia, ma se la si trasforma in una carica positiva si vedranno i vantaggi. Non si è condannati a stare gomito a gomito per anni con persone che non si sopportano, non si sarà vittime di mobbing, si sarà stimolati a dare sempre il meglio di sé e a crescere, senza adagiarsi nella certezza che da posto fisso non schioda nessuno. Tutto questo può regalare profonde gratificazioni professionali, che aiutano a non sentirsi provvisori. Inoltre, l’esperienza acquisita è così tanta che, in un futuro, si può anche decidere di mettersi in proprio. Attrezzando il lavoro da casa, infatti, con un po’ di esercizio si impara a organizzarsi, si riescono a gestire i figli e a ritagliarsi uno spazio professionale che può dare molte soddisfazioni. L’importante è continuare a essere creativi, a non restare con le mani in mano ancorate a sistemi vecchi: oggi è il tempo giusto per cambiare.

Lina Rossi

- -



Advertising