prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

All‘università contro il tempo

novembre 12, 2001 12:00 pm

Dedicarsi alla cultura dopo la pensione per ritardare l’invecchiamento del corpo e della mente Largo ai nuovi nonni. Curiosi, sempre in movimento con una gran voglia di godersi la vita. E sempre meno disposti ad arrendersi alla noia o al ruolo di baby-sitter dei nipoti. Così il mercato degli over sessanta si allarga. Giardinaggio e…

Dedicarsi alla cultura dopo la pensione per ritardare l’invecchiamento del corpo e della mente

Largo ai nuovi nonni. Curiosi, sempre in movimento con una gran voglia di godersi la vita. E sempre meno disposti ad arrendersi alla noia o al ruolo di baby-sitter dei nipoti. Così il mercato degli over sessanta si allarga. Giardinaggio e bricolage? Roba d’altri tempi! Se non ci credete provate a fare un salto in una delle 320 sedi delle università della terza età: si va dai corsi di lingue a quelli di psicologia, dalla letteratura all’informatica.

Tornare a studiare
Fra le associazioni che riuniscono le università degli anziani c’è l’Unitre, nata nel 1975 a Torino. Dopo il successo della sede di Torino, altre città piemontesi prima, e di altre Regioni poi, hanno chiesto di aderire alla Associazione Nazionale Unitre. Le finalità della Nazionale sono: educare – formare – informare – fare prevenzione – promuovere la ricerca – aprirsi al sociale e al territorio.
L’Unitre rende protagoniste, in modo particolare, le persone anziane affinché, partecipando al progetto sappiano trasformarsi da forza lavoro in forza cultura, per avere modo di liberare la propria creatività, riappropriandosi di ruoli significativi e di un tempo libero ritrovato che non ha età.
Questa Università è un modo nuovo di fare cultura e di creare un modo di vivere rinnovato. Favorisce una educazione a divenire anziani. Promuove una informazione ed una educazione per venire incontro a quanti in gioventù non hanno potuto studiare, e risvegliando interessi sopiti o mai coltivati, ritarda l’invecchiamento del corpo e della mente, offrendo anche l’opportunità di incontro di generazioni e di strati sociali diversi.

Le perle della memoria
Inoltre L’Associazione Nazionale Unitre è convinta che l’esperienza di ciascun uomo non debba essere sprecata, ma consegnata alle generazioni future. Per questo motivo, da oltre dieci anni, sollecita le proprie sedi a partecipare alle ricerche sulla memoria collettiva in collaborazione con l’Associazione 50 & Più Fenacom. Gli studenti Unitre si sono rivelati “ricercatori” attenti ed appassionati. I dati e il materiale prezioso da loro raccolto sono stati accuratamente selezionati da esperti e unitamente alle piccole storie orali raccontate dai protagonisti, hanno dato vita a sette volumi della collana: “Perle Della Memoria” pubblicati da 50 & Più: la collana resterà una preziosa testimonianza del vissuto delle generazioni passate.
L’Unitre inoltre da grande spazio alla solidarietà e al volontariato: gli studenti infatti, debitamente preparati attraverso la partecipazione ai Corsi, si aprono al sociale e al territorio donando a loro volta agli altri parte del loro tempo libero e della loro professionalità.
Per informazioni e-mail: unitre@unitre.net

In Rete:
Il sito dell’Unitre dove si possono trovare gli indirizzi delle varie sedi in Italia

 

Domizia Luzzi

- -



Advertising