prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Lo dimostra una ricerca: i bimbi accuditi dai nonni ingrassano di più

luglio 18, 2013 9:30 am

Gelati, torte e merendine, ma anche porzioni un po’ troppo abbondanti ai pasti. I nonni, purtroppo, hanno la tendenza a soddisfare con facilità le richieste dei nipoti soprattutto quando le richieste sono mangerecce.

Affettuosi e attenti, i nonni sono una presenza importanti nella vita dei bambini. Inoltre, sono una risorsa preziosa per i genitori: durante i mesi estivi i piccoli sono affidati ai nonni, che li seguono in città oppure mettono a disposizione la casa al mare o in montagna. Una sola pecca, da questo bel periodo di vacanza, i bimbi rischiano di tornare a casa con qualche chilo di troppo. E non è una tendenza solo italiana: pare che anche in nord Europa ci sia questo problema.

Troppo dolci con i nonni
L’effetto … ingrassante dello stare con i nonni è dimostrato da una ricerca condotta dall’Universita’ di Helsinki, pubblicata sulla rivista Evolutionary Psichology. I ricercatori hanno confrontato i dati raccolti da 9.000 famiglie inglesi con almeno un bimbo di età compresa tra i nove mesi e i tre anni. I dati relativi al peso dei piccoli sono stati messi a confronto con il tipo di assistenza ricevuta: i bambini accuditi dai nonni avevano il 22% in più di rischio di sviluppare sovrappeso e obesità rispetto ai coetanei accuditi da mamma o baby-sitter. Secondo gli esperti questo succede perché, soprattutto le nonne, hanno una visione ancora troppo tradizionale dell’alimentazione, quella delle persone nate e cresciute nel dopoguerra e la carenza di cibo. Oggi il rischio di carestie non esiste e quindi tutte le calorie in più che i bambini ingeriscono non vengono smaltite da periodi di magra. Non solo: stando con i nonni, i bambini fanno meno attività fisica e quindi ulteriore accumulo energetico sotto forma di adipe. Questo succede perché, secondi i ricercatori, i nonni sono mediamente più anziani rispetto a un tempo.

Nipotini, amore e fatica
Dopo i sessanta-settanta anni è più faticoso trovare le energie per offrire ai nipoti alternative dinamiche e per correre loro dietro al parco o sulla spiaggia: i nonni, forse inconsciamente, tendono a “tenere calmi” i bambini offrendo loro delizie e non tenendo conto che, in questo modo, accumulano chili di troppo. I nonni non sanno dire di no quando i nipotini affamati chiedono ancora un giro di pasta o una porzione di patatine oppure se a fine pasto domandano una fetta di torta. I nonni accondiscendono per affetto e per evitare capricci, in fondo in fondo sono orgogliosi che il nipotino, con il suo robusto appetito, dimostri di apprezzare la buona cucina. E per i genitori non è una situazione facile da gestire: davanti ai chili mostrati dai figli, hanno qualche difficoltà a trovare le parole giuste per spiegare ai loro genitori che, forse, è bene imparare a dire qualche no ai nipotini quando chiedono dell’altro cibo o il gelato a metà pomeriggio. Per gratitudine verso i nonni, che si occupano con affetto e perdipiù gratuitamente dei bambini per tanti giorni, esporre le eventuali critiche su quello che propongono a pranzo, cena e merenda sembra un atto di ingratitudine.

Impariamo a mediare con i nonni
Come fare allora? Prima di tutto, niente critiche: non dimentichiamo che dobbiamo essere grati se i nostri figli trascorrono tanto tempo divertendosi, al sicuro e perfettamente accuditi. Forniamo, piuttosto, delle alternative ai nonni: possiamo, per esempio, occuparci della spesa settimanale e offrirla come ringraziamento al fatto che si occupino dei bimbi. Trovandosi nel frigo tanta frutta e verdura, carne magra, pesce e yogurt dovranno necessariamente utilizzare queste materie prime per preparare pietanze più sane. Decliniamo le metaforiche colpe al pediatra, spiegando che nel corso dell’ultima visita ha trovato il piccolo un po’ troppo in carne raccomandandoci di limitare le porzioni e soprattutto di offrire al bimbo frutta e verdure. I nonni adorano i nipoti: saranno felici di collaborare con noi alla loro salute.

Giorgia Andretti

- -



Advertising