prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Meno poveri e più in salute

gennaio 16, 2001 12:00 pm

Secondo l’ultimo rapporto della Cisl sulla condizione delle persone anziane, oggi i nonni sono più ricchi Un recente viaggio sul pianeta anziani della Federazione dei pensionati Fnp-Cisl, che si è tradotto nel terzo “Rapporto sulla condizione della persona anziana: l’integrazione possibile”, rivela che i nonni del 2001 sono meno poveri e godono di buona salute.…

Secondo l’ultimo rapporto della Cisl sulla condizione delle persone anziane, oggi i nonni sono più ricchi

Un recente viaggio sul pianeta anziani della Federazione dei pensionati Fnp-Cisl, che si è tradotto nel terzo “Rapporto sulla condizione della persona anziana: l’integrazione possibile”, rivela che i nonni del 2001 sono meno poveri e godono di buona salute. Infatti, ad eccezione delle famiglie che devono sostenere anziani non autosufficienti, i nuclei familiari con una persona anziana di riferimento hanno migliorato la loro condizione finanziaria. Insomma gli anziani di oggi sono meno poveri di quelli di 10 anni fa: il numero di queste famiglie sotto la soglia di povertà è sceso dal 43,6% al 38,3%. In particolare, gli anziani soli in condizioni di totale indigenza sono scesi dal 20 al 14%. Un diverso tipo di povertà sembra dividere gli anziani del Nord da quelli del Sud. La povertà degli anziani delle regioni settentrionali dipenderebbe da un passato caratterizzato da contributi previdenziali frammentati e carenti, mentre nel Mezzogiorno si continua ad essere poveri di famiglia.
L’identikit dell’anziano che vive da solo è un vedovo, di sesso femminile nell’80% dei casi. Metà vive al Nord e metà vive al Sud, il titolo di studi nel 78% dei casi non è più alto della licenza elementare. Il 60% ha una pensione da lavoro, i 36,7% non da lavoro. Gli anziani che vivono nelle famiglie dei figli o dei parenti, invece sono residenti più nel Centro-Sud che al Nord (65 contro 35%), sono prevalentemente vedove e godono di buona salute nel 70% dei casi. Le riflessioni sul viaggio della Cisl nel mondo degli anziani approdano, dunque , a conclusioni che stravolgono numerosi luoghi comuni.

In Rete:
Federazione Pensionati – Cisl

 

Gaetano Franzese

- -


ARTICOLI CORRELATI