prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Una settimana con i nonni

agosto 20, 2010 5:38 am

Tanti giochi e divertimento e, per il rispetto delle regole, qualche strappo in più. I nonni si rivelano amici, alleati e complici negli ultimi giorni di vacanza prima della scuola. Le ferie di mamma e papà sono finite. I bambini, invece, hanno ancora la prospettiva di almeno due settimane di vacanza. Il tempo è ancora…

Tanti giochi e divertimento e, per il rispetto delle regole, qualche strappo in più. I nonni si rivelano amici, alleati e complici negli ultimi giorni di vacanza prima della scuola.

Le ferie di mamma e papà sono finite. I bambini, invece, hanno ancora la prospettiva di almeno due settimane di vacanza. Il tempo è ancora bellissimo e in compenso fa meno caldo. Può quindi succedere che i nonni, con il clima decisamente più favorevole, si sentano più in forma e quindi si offrano di tenere i bambini al mare o in campagna ancora per qualche giorno. La vacanza con i nonni, se per i genitori rappresenta la certezza che i figli siano amati e seguiti con attenzione, per i bambini significa tanto divertimento.

Tempo e pazienza, risorse preziose
I genitori hanno sempre mille faccende da sbrigare e, quando hanno tempo libero, è comprensibile che desiderino dedicarsi a un po’ di sano relax. Non è così per i nonni, per i quali la possibilità e il piacere di stare con i nipotini sono spesso limitati a brevi periodi ed essi desiderano “sfruttare” il più possibile il tempo a disposizione per stare con i piccoli, assecondando ogni loro desiderio. Sono ben felici di raccontare per l’ennesima volta la stessa favola o di mettersi a carponi in giardino, per cercare immaginari gnomi sotto gli alberi. La maggior parte dei nonni è in pensione, quindi sono ben felici di “occupare” il tempo accudendo i nipotini. I nonni nel corso della loro lunga vita hanno, accumulato esperienze che possono raccontare ai piccoli trasformandole in bellissime favole. Hanno inoltre dalla loro parte la pazienza, una risorsa sempre preziosa quando si ha a che fare con i bambini. Tutte queste doti rendono i nonni dei formidabili “baby sitter” con in più il dono dell’affetto per i nipoti e al tempo stesso degli insostituibili compagni di giochi e di avventure.

Vizi sì, ma senza esagerare
Una settimana di vacanza con i nonni, nell’attesa che riprenda la scuola o il nido, fa insomma bene a tutta la famiglia. A patto che, se è la prima volta che i genitori affidano i bambini, vengano stabilite le semplici regole educative. Un classico del rapporto tra genitori e nonni è appunto il problema dell’educazione, ai nonni viene attribuito l’atto del “viziare” i nipotini, assecondando ogni loro desiderio nell’acquisto di un giocattolo, di un libro, dell’ennesimo giro sulla giostra. In questo caso, come sempre vale il buon senso: l’atteggiamento dei genitori non deve essere rigido, poiché l’affetto dei nonni si manifesta anche con queste piccole concessioni, che rappresentano un inconscio escamotage per garantirsi l’amore dei nipoti, ai quali viene concesso qualcosa in più di ciò che concedono i genitori. I nonni, d’altra parte, anche se hanno in affidamento i bambini per qualche giorno, non devono dimenticare che le figure educative di riferimento restano sempre la mamma e il papà. Devono quindi adeguarsi il più possibile alle direttive dei genitori. Eventuali interferenze o, peggio, critiche ai genitori davanti ai bambini, creerebbero solo confusioni e contraddizioni controproducenti.

L’importanza di mantenere le abitudini
È dunque importante che genitori comunichino le regole educative ed i nonni, dal canto loro, vi si debbano adeguare. Questo aspetto va ben chiarito preventivamente, si eviteranno spiacevoli discussioni, anche se, qualche sconfinamento alle regole può essere concesso, ad esempio, visto che i bambini sono ancora in vacanza, può essere ammesso lasciarli dormire mezz’ora in più e permettere loro di stare un po’ più alzati la sera. Non va bene invece, acconsentire ad ogni loro desiderio. Se i genitori hanno chiesto il favore di assicurarsi che i ragazzini facciano gli ultimi compiti delle vacanze, i nonni potranno, nel limite del possibile, assicurarsi che questo succeda anche se non deve essere ignorato che le persone di una certa età questo può risultare un po’ faticoso. Il nostro consiglio è allora chiudere un occhio se la tabella di marcia dei compiti o degli orari non è stato rispettato alla perfezione. I nonni, di sicuro, ci metteranno tanta buona volontà e amore. E, al momento di tornare a casa, un piccolo regalo ai nonni sarà indubbiamente gradito, anche se la più grande gioia per loro sarà stata quella di occuparsi dei nipotini, nell’attesa della prossima occasione per stare con loro.

 

Giorgia Andretti

- -



Advertising