prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Nonni su Internet

dicembre 11, 2006 12:00 pm

Al via la V edizione del progetto di alfabetizzazione informatica promosso dal Comune di Roma Avvicinare la generazione over 60 alla tecnologia, all’uso del computer e ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. E’ questo l’importante obiettivo del progetto “Nonni su internet” che dopo i successi degli anni precedenti da’ il via alla sua quinta edizione…

Al via la V edizione del progetto di alfabetizzazione informatica promosso dal Comune di Roma

Avvicinare la generazione over 60 alla tecnologia, all’uso del computer e ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. E’ questo l’importante obiettivo del progetto “Nonni su internet” che dopo i successi degli anni precedenti da’ il via alla sua quinta edizione con 53 corsi in 46 scuole distribuite nei vari municipi della Capitale. E, per la prima volta i centri anziani diventano poli di riferimento per la tecnologia pulita e solidale: utilizzeranno i computer dismessi, donati dalle aziende e rigenerati dagli studenti, e sperimenteranno in anteprima i nuovi portatili sviluppati ad hoc per il mercato “senior” su tecnologia Intel.

”Nonni su internet” per comunicare con i nipoti
3000 nonni diplomati, 1500 giovanissimi impegnati nel tutoraggio, 200 insegnanti coordinatori, 80 centri anziani e 74 scuole romane di ogni ordine e grado ad accogliere i futuri esperti informatici avanti con l’età ma con una voglia di imparare che farebbe invidia ai ragazzini più dotati. Sono questi i dati rilevati nelle precedenti edizioni del progetto “Nonni su Internet” un’iniziativa che è solo una parte del più ampio spettro di iniziative promosse dal “Consorzio Gioventù Digitale”, un’organizzazione non profit fondata dal Comune di Roma e da sei grandi aziende di informatica e telecomunicazioni: Acea, Elea, Engineering, eWorks, Wind e Unisys. Nato nel febbraio 2001 il Consorzio rappresenta la prima piattaforma di collaborazione tra pubblico e privato per promuovere l’alfabetizzazione informatica e l’inclusione digitale. Il progetto “Nonni su Internet”, risponde in pieno alla mission degli organizzatori perché permette di superare il divario digitale e diffondere le buone pratiche informatiche tra la popolazione. “Il “digital divide” – spiegano i rappresentanti dell’iniziativa – rappresenta la nuova frontiera che separa economie e società sviluppate da quelle non sviluppate: non solo tra paesi e aree povere del mondo, ma all’interno di ciascun paese e, in misura sensibile, nel nostro. Il progetto “Nonni su Internet” si rivolge a quella fascia di persone che per età e per condizione sociale rischia inevitabilmente di rimanere esclusa dalla società della conoscenza. Offrire un corso di alfabetizzazione informatica per gli over sessanta, secondo la formula proposta dal progetto “Nonni su Internet”, significa anche impegnarsi nella lotta al nuovo analfabetismo e contrastare il rischio di una spaccatura sociale e comunicativa tra giovanissimi e adulti.”

Un computer “accessibile” per abbattere le barriere
E proprio per venire incontro agli obiettivi proposti dal consorzio gioventù digitale, Intel ha accettato la sfida di collaborare alla progettazione di un pc adatto agli utenti più anziani, accessibile, usabile, ma soprattutto facile che sarà distribuito da Ergo Italia spa, azienda leader nazionale nella realizzazione di soluzioni Hardware e di servizi dedicati alle imprese e alle P.A. La tastiera è semplificata e più leggibile, i programmi di utilità comune (dalla videoscrittura al foglio di calcolo) sono “asciugati” alle funzioni essenziali e girano su piattaforma Linux. I primi prototipi, presentati in anteprima alla Protomoteca, verranno donati ai centri anziani della città che partecipano al progetto Nonni su Internet. ” Intel è costantemente impegnata in attività che mirano a ridurre il digital divide ha spiegato Dario Bucci, amministratore delegato di Intel Corporation Italia – ed è molto lieta di poter collaborare con il Consorzio Gioventù Digitale per il progetto ‘Nonni su Internet’. Iniziative come questa offrono la straordinaria possibilità di interagire in modo critico e cosciente con le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, particolarità fondamentale che consente una reale cittadinanza attiva e responsabile nella società della conoscenza.”

Nonni internauti, “c’è posta… per voi”
Accanto all’impegno di Intel, contribuisce allo svolgimento dell’iniziativa anche una campagna dal titolo “Non mi buttare… Al centro anziani c’è post@ per me!”, finalizzata al riuso dei personal computer dismessi dalle aziende. La campagna è promossa dal Consorzio con il sostegno di Beppe Grillo, per consentire ai neo internauti di continuare ad utilizzare i servizi digitali presso i centri anziani. A fare un check-up completo delle macchine sono gli studenti delle scuole romane, coordinati dal Consorzio, da quest’anno Centro MAR – Microsoft Authorised Refurbisher.

Lo svolgimento dei corsi
Al progetto appena presentato dagli organizzatori possono partecipare gli over 60 della Capitale iscritti ai Centri Sociali Anziani e non. Per ogni scuola che aderisce all’iniziativa vengono selezionati 25 anziani. I docenti sono i ragazzi delle scuole romane coordinati da un insegnante esperto di tecnologie informatiche e telematiche. Il corso per i partecipanti è gratuito e si svolge nelle aule informatiche delle scuole romane dislocate su tutto il territorio cittadino. La durata complessiva del corso è di 30 ore con cadenza settimanale. Durante il corso i partecipanti possono ripassare le lezioni grazie ad un manuale realizzato ad hoc dal Consorzio, scritto a “grandi caratteri”, secondo criteri di semplicità d’uso e alta leggibilità che viene distribuita gratuitamente agli iscritti. Ma le novità non finiscono qui. Oltre ad avvicinare i nonni all’uso del computer per navigare nel web, comunicare con la posta elettronica e utilizzare i servizi digitali delle Pubbliche Amministrazioni, ogni edizione si arricchisce inoltre di un lavoro multimediale che tutor e nonni costruiscono insieme per fare pratica con il pc: dalla redazione di un dizionario on line dei giochi di un tempo al vademecum multimediale per “restare sempre giovani”. Tra le novità di quest’anno, la realizzazione del Grande libro della Salute, una raccolta di consigli per condurre una vita sana dedicato a nonni e nipoti, e redatto in rete da tutti i partecipanti. Il Libro sarà consultabile dai navigatori di ogni generazione all’indirizzo http://nonnisuinternet.gioventudigitale.net. Conclude il corso una cerimonia ufficiale con mostra dei lavori digitali realizzati e con la consegna degli attestati di partecipazione alla scuola, ai tutor, ai docenti e agli anziani.

Informazioni e iscrizioni
Per partecipare al progetto “Nonni su internet” si può chiamare il numero di telefono 06.42.014.109 o inviare una mail a info@gioventudigitale.net

 

Paola Ladogana

- -


ARTICOLI CORRELATI