prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

La bicicletta, non è solo passatempo ma puro sport per tutta la famiglia

marzo 28, 2014 9:30 am

Aiuta a perdere i chili di troppo, tonifica i muscoli, regala anche una sferzata di buon umore ed è un buon passatempo. Andare in bicicletta è divertimento e coesione per tutta la famiglia ma soprattutto è uno sport.

Facciamo un giro in bici? Ecco la classica domanda del papà alla quale nessun bambino risponderà mai di no. La proposta è in genere accompagnata da un coro di grida entusiastiche. Perché la bicicletta piace proprio a tutti anche ai più piccini con la loro quattro ruote! Poi, progressivamente, verso i quattro – cinque anni vengono tolte le rotelline di supporto e via alla conquista del mondo. Andare in bicicletta non è un semplice divertimento, ma uno sport a tutti gli effetti, che ha ripercussioni su cuore, muscoli, sistema neurovegetativo e su tutto il corpo.

Allena cuore e polmoni
La bicicletta è prima di tutto un toccasana per il cuore, poiché migliora la frequenza cardiaca e la circolazione, diminuisce il ritmo respiratorio e aumenta la resistenza durante gli sforzi fisici. Una persona abituata a pedalare, insomma, compie le attività giornaliere con meno fatica e minor dispendio energetico. La bicicletta permette di produrre energia bruciando ossigeno. Inizialmente, lo sforzo richiede più ossigeno ai muscoli, quindi il cuore è costretto a pompare sangue più velocemente e anche il ritmo respiratorio aumenta. Praticando costantemente l’attività, però, nello stato di riposo il cuore diminuisce gradualmente la frequenza. La diretta conseguenza è che l’organismo richiede un numero inferiore di gittate cardiache, rispetto a una persona sedentaria, per apportare la stessa quantità di ossigeno agli organi. La conseguenza è che il cuore, nello svolgimento delle attività quotidiane, è sottoposto a minori sforzi.

Combatte i chili di troppo
La bicicletta, inoltre, comporta un dispendio energetico notevole: si calcola che in un’ora siano consumate circa 300 calorie. L’attività fisica inoltre brucia il grasso aumentando la massa muscolare. Il movimento che si compie con la bicicletta fa lavorare soprattutto i muscoli delle gambe, che nei bambini si irrobustiscono anche in vista di altre attività. Si tratta poi di una attività fisica svolta all’aperto e l’umore ne trae notevoli vantaggi, soprattutto se si tiene conto che i nostri bambini stanno troppo in casa. Anche l’aspetto psicologico è importante: la possibilità di poter uscire regala una sensazione di libertà e gratificazione. Ovviamente, è bene cercare luoghi verdi, come parchi e giardini, anche a costo di spingersi un po’ fuori città.

La bicicletta giusta per i bambini
Bici da corsa, mountain bike, bici classica: tra tante possibilità, quale è più indicata per i piccoli? La bicicletta da corsa è sconsigliabile, poiché costringe a una posizione china per molto tempo, quindi potrebbe provocare problemi alla schiena del bambino che sta crescendo. Questo tipo di bicicletta può essere adottato solo quando il bambino è più grandicello, ha acquisito un perfetto senso dell’equilibrio sul sellino, una discreta conoscenza delle norme stradali e resistenza alla fatica. Nel frattempo, gli altri bambini possono scegliere la classica bici da passeggio, del tipo che preferiscono. Anche la mountain bike va bene per i ragazzini un po’ più grandi, che hanno già acquisito una buona coordinazione dei movimenti anche nella parte superiore del corpo ma va bene anche la classica bicicletta da donna.

Vestiamoli così
Obbligatorio il casco, deve essere della giusta misura, aderente al capo e saldamente agganciato sotto il mento, in modo che non si sfili e fornisca una protezione ottimale in caso di cadute. Utili sono anche le protezioni per gomiti e ginocchia. Le scarpe giuste sono di tela, tipo tennis, il piede deve essere areato. Per il sotto va bene una tuta o un pantalone comodo o addirittura i calzoncini con la protezione inguinale a protezione delle parti intime da fastidiose infiammazioni. Per la parte superiore del corpo è indicato un indumento che permetta la traspirazione ma sia in grado di proteggere dal vento: nei negozi di sport è possibile acquistare capi di questo tipo, in tessuti tecnici appositamente studiati per chi pratica sport. Quando fa più caldo si può indossare la classica T-shirt in cotone a cui aggiungere una felpa. Durante l’attività fisica si deve bere molto: quando si esce in bicicletta è bene portare con sé una borraccia di almeno 500 cc di acqua, per compensare la perdita di liquidi dal corpo.

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI