prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

L’Islam e i Musulmani spiegati ai bambini

novembre 23, 2015 3:36 pm

In questi giorni si parla tanto di Islam e di Musulmani anche nelle aule scolastiche ed i nostri figli possono restarne confusi. Chiariamogli che Dio è uno solo per tutte le religioni.

In questi giorni tutti noi: cristiani, ebrei e musulmani, stiamo vivendo uno dei periodi più tristi della storia moderna. Le notizie degli atti terroristici che il mondo sta attraversando fanno vacillare la serenità che tutti noi ci sforziamo di garantire e purtroppo le brutte notizie arrivano anche nelle aule scolastiche. I bambini, lo sappiamo bene, sono i più influenzabili ed oltre alla paura, possono iniziare a nutrire idee sbagliate nei confronti dei loro compagni di classe con altri credi religiosi. Indipendentemente dall’essere credenti, è essenziale spiegare ai bambini cos’è l’Islam per rassicurarli e guidarli ad un approccio equilibrato nei confronti dei loro compagni di scuola musulmani. Vediamo prima di tutto di avere noi una conoscenza più corretta per trasferirla ai nostri figli.

Che cosa è l’Islam e chi sono i Musulmani
L’Islam è la religione più diffusa al mondo, oltre un miliardo e mezzo di persone la seguono oltre che spiritualmente anche come uno stile di vita. I Musulmani credono in un solo e unico Dio, negli Angeli e nei Profeti. Maometto è il Profeta al quale nell’arco di ventitré anni è stata rivelata la parola di Dio attraverso l’Arcangelo Gabriele e trascritta nel libro sacro: il Corano. L’Islam non ha radici diverse dal Cristianesimo, i profeti cui entrambe le religioni fanno riferimento sono Abramo e i suoi figli e nipoti: Muhammad, Ismaele, Mosè e Gesù. Il Profeta Maometto nacque nel 579 e. v. rimasto orfano di genitori fu cresciuto da uno zio, si fece notare subito per il suo grande amore per la verità, la generosità e la sincerità. Era un uomo calmo e riflessivo al punto da essere consultato per dirimere le discussioni. All’età di quarant’anni, durante un ritiro spirituale, inizio a ricevere dall’Arcangelo Gabriele la prima rivelazione. Prima della sua morte, all’età di sessantatré, gran parte della popolazione araba dell’epoca era diventata Musulmana seguendo i dettami del Corano da lui rivelati.

Che cosa è il Corano e quali sono i temi trattati
Il Corano altro non è che la parola di Dio rivelata dall’Arcangelo Gabriele al Profeta Maometto fedelmente trascritta. Da quel momento non è mai stata apportata nessuna modifica ai 114 capitoli dette anche – Sure. Gli argomenti trattati riguardano la vita di ogni essere umano: la saggezza, il culto, la legge ma soprattutto il rapporto tra Dio e tutti i suoi figli: il genere umano tutto. Inoltre, il Corano è una guida cui tutti devono guardare e osservarne i dettami per mettere in pratica un comportamento corretto ed equo anche economicamente. I pilastri dell’Islam sono quindi: la fede, la preghiera, la zakat ovvero purificazione attraverso la donazione del 2,5% del proprio capitale per le persone più bisognose, il digiuno – i bambini iniziano a digiunare con l’adolescenza, il pellegrinaggio – il dovere di recarsi una volta all’anno alla Mecca. Rispetto alle altre fedi religiose il Corano così recita al versetto 60:8 – Allah non vi proibisce di agire con bontà ed equità verso coloro che non vi combattono per religione e non vi hanno scacciato dalle vostre dimore, poiché Allah ama gli equanimi. Questo sta a significare che si può vivere in pace rispettandosi l’un l’altro. Se ci inoltriamo un po’ di più nel Corano per capire come è vista la figura di Gesù, radice del Cristianesimo, il suo passaggio è riconosciuto come un messaggero divino di Dio, infatti la sua nascita da Maria vergine è confermata così come i suoi miracoli ma, si aspetta un suo ritorno.

Come l’Islam ha influenzato il mondo
Una delle ragioni della rapida diffusione dell’Islam è nella semplicità della dottrina: l’Islam quindi insegna ad avere fede e adorare un unico Dio. Insegna inoltre a fare buon uso del potere della mente umana e della riflessione. La fusione del pensiero orientale con quello occidentale permisero all’epoca grandi scoperte soprattutto nel campo della matematica, fisica e astronomia: i numeri e il valore zero così come le carte geografiche per la navigazione sono una conquista che ci arrivano dal popolo islamico. Tutto quello l’Islam è lo possiamo definire come pratica della: saggezza e compassione per tutto il genere umano. Possiamo quindi ben dire che coloro che oggi seminano il terrore nascondendosi dietro il cartello dello Stato Islamico nulla hanno a che fare con la cultura religiosa Islamica e con la parola di Dio. I veri Musulmani, fedeli osservanti del Corano, professano una religione di pace, misericordia e perdono. Il terrorismo aggressivo
cui stiamo esposti oggi fa parte di una strategia economico-politica totalmente diversa dallo spirito religioso, ecco perché è importante spiegare ai ragazzini cos’è l’Islam, affinché non nascano incomprensioni con i coetanei nelle aule scolastiche, nelle palestre e nei luoghi di svago.

Dott.ssa Rosalba Trabalzini
Responsabile Scientifico di Guidagenitori.it

Bibliografia: Ufficio Culturale della Reale Ambasciata dell’Arabia Saudita di Roma

- -



Advertising