prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Bambini in auto, la sicurezza è essenziale

agosto 1, 2018 10:00 am

Ogni anno in Italia si verificano 175mila incidenti e sono molti bambini coinvolti. Per questa ragione il Governo ha lanciato una campagna di sensibilizzazione, rivolta a tutti gli adulti

Bimbi in auto: vision zero. Si chiama così la campagna di sensibilizzazione avviata dal Governo per la sicurezza dei bimbi in auto, appena presentata al Ministero della Salute e promossa dai Ministeri della Salute, dei Trasporti, degli Interni e dalle società scientifiche. Una decisione importante, visto che ogni anno sulle strade si registrano 175mila incidenti mortali che coinvolgono anche centinaia di bambini. Per la maggior parte dei casi, la causa di questi infortuni è il mancato o non corretto utilizzo dei seggiolini auto. Secondo il Governo è quindi essenziale che genitori, nonni, educatori e tutti coloro che si occupano dei bambini ricevano ulteriori informazioni sul corretto uso dei dispositivi di ritenuta secondo quanto previsto dall’art. 172 del Codice della strada.

 

Il buon senso impone l’uso del seggiolino

Chi non usa il seggiolino auto per il proprio bambino rischia una multa in denaro e una penalità di cinque punti in meno sulla patente, ma più che la multa è necessaria la consapevolezza: il seggiolino è un vero e proprio salvavita per i bambini. Il seggiolino va usato sempre, anche e soprattutto quando i bambini sono piccoli, sono loro quelli che corrono il maggior rischio in caso di incidente. Esistono seggiolini adatti a ogni età e peso del bambino, dalle prime settimane di vita fino ai 12 anni. Per i bambini di età compresa tra i cinque e i dodici mesi, fino ai dieci chili circa di peso, vanno bene i seggiolini di gruppo – 0   per legge possono essere applicati anche al sedile anteriore, in direzione contraria rispetto al senso di marcia, con l’airbag passeggero disattivato. Per una maggiore sicurezza, però, meglio sistemarli sul sedile posteriore, sempre in senso contrario rispetto alla marcia. I seggiolini vanno acquistati presso un rivenditore specializzato in articoli per l’infanzia per essere certi che rispondano alla normativa europea.

 

Ecco come fissarlo bene all’auto

Il modello va prima provato sull’auto per essere certi che si adatti alla forma e alle dimensioni dei sedili. Le auto di fabbricazione recente sono dotate dell’attacco Isofix, un sistema universale a tre ganci per l’attacco dei seggiolini, senza che si debbano usare le cinture di sicurezza. Se si desidera utilizzare un seggiolino di cui si dispone è essenziale accertarsi che sia in condizioni eccellenti, che si fissi bene e che quindi assicuri stabilità al bambino. Il seggiolino va usato sempre, anche se il tragitto che si percorre è breve ed è su una strada poco trafficata. Il bambino va assicurato in modo che sia protetto senza sentirsi bloccato: l’ideale è che tra le cinture e il petto del bambino ci sia lo spazio di due dita. Si deve verificare con regolarità che i dispositivi di aggancio siano ben funzionanti e non allenatati, in modo che il bambino non riesca a slacciarsi da solo. Se piange e protesta perché non desidera essere legato, non si deve cedere ma distrarlo con un giochino o con un po’ di musica. Presto si abituerà a questo irrinunciabile salvavita.

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI