prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Casa sicura: la cucina

marzo 3, 2008 12:00 pm

E’ qui, tra pentole e coltelli, che si verificano un terzo degli incidenti domestici che riguardano i più piccoli. Con questa puntata dedicata alla cucina, prosegue il nostro viaggio della sicurezza tra le stanze della casa. Un viaggio all’insegna della prevenzione, dedicato ai genitori che sono alla prese con bambini che iniziano a gattonare o…

E’ qui, tra pentole e coltelli, che si verificano un terzo degli incidenti domestici che riguardano i più piccoli.

Con questa puntata dedicata alla cucina, prosegue il nostro viaggio della sicurezza tra le stanze della casa. Un viaggio all’insegna della prevenzione, dedicato ai genitori che sono alla prese con bambini che iniziano a gattonare o a camminare e che stanno quindi per conquistare maggiore autonomia. Pensare di potere tenere sempre sotto controllo un bambino è una illusione sulla quale non bisogna fare affidamento. L’unica strategia per evitare incidenti è la prevenzione. Tanto più indispensabile in cucina, perché è proprio qui, tra pentole e fornelli che si verifica un terzo degli incidenti domestici che riguardano i più piccoli.

Utensili al sicuro
Gli utensili – in particolare quelli affilati come forbici e coltelli – e i piccoli elettrodomestici (frullatore, centrifuga, robot da cucina), devono essere riposti fuori dalla portata del piccolo.
Per non ostacolare il bimbo nelle sue scoperte, gli si possono riservare uno o due cassetti da riempire con oggetti che può toccare senza problemi, mentre tutti gli altri cassetti andranno bloccati con gli appositi fermi, che impediscono l’apertura accidentale da parte del bambino.

Attenti ai detersivi e spazzatura
Spesso sotto il lavello della cucina trova spazio il cestino della spazzatura e le confezioni di detersivi per i piatti e detergenti per la casa. Basta un attimo perché il piccolo spalanchi le ante e attratto dai liquidi colorati provi un assaggio poco raccomandabile o decida di giocare, per nulla spaventato dal possibile cattivo odore, dal quello “scrigno delle sorprese” che può rivelarsi il cestino della spazzatura. Per evitare rischi anche questi sportelli vanno dotati degli appositi fermi.

Il piano cottura
Il piano cottura deve essere dotato dell’apposito dispositivo di sicurezza, che blocca l’uscita del gas in caso di eventuale spegnimento della fiamma. Il fornello inoltre va protetto da apposite griglie che impediscono al bambino di bruciarsi, incidente domestico al primo posto in classifica.

Pentole e padelle
Pentole e padelle vanno sempre usate con i manici rivolti verso l’interno, in modo che il piccolo non li possa afferrare rovesciandosi addosso il contenuto bollente, e per lo stesso motivo chi cucina dovrebbe utilizzare le piastre più interne (quelle rivolte verso il muro), meno accessibili ai bambini.

Occhio al forno
Quando il forno è in funzione lo sportello raggiunge temperature elevate: è bene quindi impedire al bimbo di entrare in cucina quando è acceso, a meno che non si abbia il tipo a colonna (quindi ad una altezza impossibile per il bambino) o il modello con lo sportello in materiale termoresistente, che quindi non si scalda all’esterno.

Stop anche al frigorifero
Il frigorifero è in genere facilmente accessibile al bimbo, che potrebbe aprire lo sportello e ingerire alimenti e bevande non adatte a lui. Occorre perciò bloccare gli sportelli con gli appositi fermi di sicurezza, non dimenticando il congelatore che, a volte, è posizionato in basso: aprendo l’anta, il bimbo può raffreddarsi o farsi male toccando le parti brinate: il ghiaccio, infatti, ustiona come il fuoco.

 

Enrico Massi

- -


ARTICOLI CORRELATI