prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Nuove norme per il trasporto dei bambini in auto

dicembre 28, 2016 10:00 am

Dal 1° gennaio 2017 entrano in vigore nuove regole per il trasporto dei bambini in auto, l’obiettivo è aumentare la sicurezza dei più piccoli in caso di incidente.

Sono piccoli, leggeri, non hanno la prontezza di riflessi per aggrapparsi in caso di frenata: per questa ragione i bambini sono i soggetti più a rischio all’interno di un’automobile, nel caso in cui si dovesse verificare un incidente. E questo rischio è purtroppo sempre presente, anche se chi è alla guida è il conducente più attento e prudente che ci sia. Gli imprevisti infatti devono essere messi in conto. Basta un altro automobilista imprudente, una bicicletta che sbuca all’improvviso, un gatto che attraversa la strada per causare un incidente. L’esiguo peso dei bambini fa sì che essi venga proiettati in avanti dalla forza della frenata, causandosi serie ferite o peggio.

Nuovi obblighi in auto
Per questa ragione da molto tempo esiste l’obbligo di utilizzare un seggiolino auto idoneo per i bambini, dalla nascita fino a quando non raggiungono i 150 centimetri di statura o i 12 anni o i 36 chili di peso. Quest’obbligo, che è sancito dall’articolo 172 del Codice della strada, è preso da troppe famiglie come un semplice invito, tanto è vero che è disatteso in oltre la metà dei casi. Secondo un’indagine condotta nel 2016 dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, solo 48 famiglie su cento utilizzano il seggiolino auto in modo adeguato. Negli altri casi i bambini sono liberi sui sedili o in braccio a un adulto: anche in questo modo, però, non sono assolutamente al sicuro. Per questa ragione a partire dal 1° gennaio 2017 entreranno in vigore nuove norme per aumentare la sicurezza dei piccoli viaggiatori. Entrerà in vigore la normativa
ECE R44-04 che riguarda i bambini fino a 125 centimetri di altezza: i piccoli fino a questa statura dovranno obbligatoriamente essere seduti su un rialzo con schienale. Le famiglie dovranno adeguarsi, anche se per un periodo di tempo limitato sul mercato saranno ancora presenti i modelli vecchi, ossia sedili non dotati di schienale. Anche questi, però, dovranno essere posizionati sul sedile posteriore e ancorati assieme al bambino con la cintura di sicurezza.

L’importanza dello schienale
L’obbligo dello schienale assicura una maggiore protezione alla colonna vertebrale, punto molto sensibile in caso di frenata o di incidente. Più avanti, sarà vietato vendere o utilizzare seggiolini auto senza schienale anche per i bambini alti da 100 centimetri in su.
Le multe per le inadempienze vanno da 80 a 323 euro, la patente sarà sospesa da 15 giorni a 2 mesi per i recidivi. Novità anche per quanto riguarda i fissatori dei seggiolini stessi. Rispetto alla fase 1 della R129, che prevedeva seggiolini dotati unicamente di connettori ISOFIX per i bambini di altezza fino a 105 cm, la fase 2 della R129 prevede anche il fissaggio con le cinture per i seggiolini auto per bambini da 100 a 150 cm. I rialzi senza schienale saranno permessi solo ai bimbi alti dai 125 cm in su: quelli dedicati ai bimbi più bassi di questa statura saranno in vendita ancora per qualche tempo ma saranno fuorilegge entro la prossima estate, quando entrerà in vigore la R129-02, che non dovrebbe più consentire la vendita di seggiolini auto senza schienale. Si spera che sia più il buon senso e l’amore per i bambini a indurre le famiglie ancora recalcitranti a servirsi come si deve dei seggiolini auto per i bimbi.

Sahalima Giovannini

- -


ARTICOLI CORRELATI