prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Incidenti domestici in aumento con le pulizie di primavera

giugno 10, 2016 9:25 am

Quando ci si dedica alle pulizie e ai cambi di stagione, gli incidenti domestici sono in agguato tra stanchezza e cali di pressione legati al caldo. Ecco come non correre rischi.

La casa è il luogo in cui ci si rifugia per essere al sicuro, per rilassarsi e per trovare il piacere di stare insieme. Paradossalmente, però, sembra essere uno dei luoghi più pericolosi. Secondo le stime degli esperti, infatti, proprio tra le quattro mura di casa avvengono la maggior parte degli incidenti. Questi riguardano spesso i bambini e gli anziani, ma sono a rischio anche le persone, soprattutto donne, sono loro infatti a dedicarsi a mansioni potenzialmente pericolose, come, per esempio, salire su una scala per tirare giù le tende e metterle a lavare, oppure riporre in alto uno scatolone pesante.

Mai compiere i lavori da soli
I passaggi di stagione, come quello dalla primavera all’estate, è uno dei momenti più a rischio. Proprio quando il caldo si sta avvicinando, infatti, si verifica la necessità di riporre indumenti pesanti e piumoni da letto in luoghi sopraelevati, dopo averli imballati o chiusi in scatole dopo averli lavati e tenuti al sole per una perfetta asciugatura. Anche le tende solitamente vengono lavate con il bel tempo stabile, per rimuovere le tracce di polvere e il nero che si accumula dal riscaldamento invernale. Tutto questo presuppone che si salga su scale, sedie, che si sollevino le braccia e si compiano movimenti faticosi. Con il caldo il rischio di cali di pressione aumenta e con questi la possibilità di cadute. Un consiglio sempre valido è quello di non compiere tali lavori se si è da soli in casa. È bene chiedere ad un parente, un amico o un vicino di farci compagnia per quel tempo necessario a portare a termine il lavoro. Una caduta da una altezza limitata può causare un danno non da poco in un anziano, come la frattura del femore. Inoltre, ci si deve assicurare a tutte le età, prima di salire su una scala, che questa sia ben stabile e con i feltrini alla base, per non scivolare. Non ci si deve basare solo sull’età: è vero che i nonni hanno le ossa più fragili, ma una caduta è sempre pericolosa, anche per una mamma o un papà, giovani e attivi.

Precauzioni da seguire in casa
Nel caso di cadute, è sempre bene applicare la borsa del ghiaccio e rivolgersi al medico se si è anziani, se non si riesce a muovere l’arto o se compare molto gonfiore. Se, invece, ci si è procurati solo un’ecchimosi o una ferita lieve, si può ricorrere a un farmaco di automedicazione. Assosalute, l’Associazione nazionale farmaci di automedicazione fornisce consigli utili per non incappare in spiacevoli incidenti all’interno della propria abitazione. I farmaci di automedicazione o da banco, ossia quelli senza obbligo di prescrizione, sono riconoscibili grazie al bollino rosso che sorride sulla confezione e acquistabili senza ricetta medica perché, nel loro impiego diffuso e di lungo corso, si sono dimostrati sicuri, efficaci ed hanno ricevuto un’apposita autorizzazione da parte dell’autorità sanitaria. È comunque bene mettere in atto una serie di accorgimenti per non correre rischi, come evitare il contatto ravvicinato con fonti di calore per non incorrere in bruciature ed ustioni. Nel caso, è utile posizionare la parte ustionata sotto l’acqua corrente, pulendola e disinfettandola. Occorre accertarsi che le prese elettriche non siano sovraccariche o in prossimità di fonti di calore. Si devono tenere lontano da fonti infiammabili i tessuti come tappeti, tende, tappezzeria, panni usati per la pulizia della casa. Coltelli e oggetti taglienti vanno riposti in un luogo sicuro, lontano dalla vista dei bambini più piccoli.
Lina Rossi

- -


ARTICOLI CORRELATI