prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Giochi: tutti i pericoli tenere sotto controllo

marzo 8, 2016 9:19 am

Giochi gonfiabili, magneti e oggetti piccoli ma anche monopattini e tricicli. Anche i giochi più banali possono essere pericolosi per i bambini. Si deve fare attenzione

Ci sono oggetti apparentemente innocui che, però, possono essere molto pericolosi per l’incolumità dei bambini. Giochi usati da sempre, che hanno fatto parte della nostra infanzia e con i quali permettiamo che i nostri bambini giochino. Eppure, stando ai dati, questi oggetti più o meno grandi possono rappresentare un pericolo. Un’indagine americana comparsa sulla rivista Pediatrics ha svelato che negli USA capita di soccorrere bambini feriti dal televisore caduto accidentalmente addosso perché vi si sono aggrappati. Un altro studio uscito su Clinical Pediatrics parla anche dell’oggetto di arredo più diffuso e utile nella prima infanzia: il seggiolone, dal quale negli USA ogni anno cadono circa 9.000 bambini e negli ultimi anni c’è stato un aumento degli incidenti di questo tipo. Sempre in America, il reparto di pediatria dell’Università di Washington a Seattle ha notato che è sempre più elevato il numero di incidenti dovuto alla deglutizione di magneti da parte dei bambini. Il numero è salito da 1 bambino su 200.000 nel 2002 a 6 bimbi nel 2010.

Gli incidenti più comuni
Anche in Italia ci sono dati che somigliano a quelli americani. Anche negli ospedali italiani la maggior parte degli incidenti dei bambini è dovuta a cadute da oggetti e giochi di uso comune, come appunto il seggiolone, ma anche dalla bicicletta, dal triciclo, dall’altalena e ovviamente anche dalle scale o da una sedia. Nel nostro paese sono in aumento anche gli incidenti legati ai gonfiabili, quei giochi che somigliano a un grande scivolo che si vedono sempre più spesso nelle fiere di quartiere e nei piccoli parco giochi. Se nel 2002 si erano verificati otto casi, nel 2012 gli incidenti hanno raggiunto quota 81, concentrati nella fascia d’età 3-6 anni. Anche nel nostro paese si registrano soffocamenti, quando i bambini soprattutto prima dei 4 anni ingeriscono un oggetto di piccole dimensioni trovato in un gioco non appropriato all’età. I magneti sono particolarmente pericolosi perché, se ingeriti in numero elevato, non riescono a scendere nel canale intestinale per quanto siano rotondi, ma si aggregano l’uno all’altro esponendo il bambino al rischio di una peritonite.

Ci vuole sempre il controllo dei genitori
Altre indagini, italiane questa volta, hanno puntato il dito sui giocattoli più disparati: dai guantoni con artigli tipo dinosauro che potrebbero causare serie ferite, alle pistole giocattolo usate impropriamente, alle spade laser usate come corpo contundente, fino ai giochi a traino, dotati però di un cordino che potrebbe addirittura causare strangolamento nel bambino. A cosa vogliono spingere questi consigli? Non certo a impedire a un bambino di usare il triciclo o il monopattino, o a scegliere sempre giochi da fare seduti, anche i mattoncini, tra l’altro, possono essere ingeriti! I bambini devono poter giocare e sperimentare, in casa e all’aperto, anzi soprattutto fuori casa. Quello che fa la differenza è l’essere sorvegliati dai genitori o comunque dagli adulti che si prendono cura di loro. È ovvio che un bambino non va mai lasciato solo quando è sul seggiolone e soprattutto non gli va mai concesso un oggetto di dimensioni piccole, tenendo conto che può portare alla bocca anche sassi, monete o altro. Su bici, triciclo e monopattino, il bambino va lasciato andare solo nei luoghi idonei, mai dove passano le auto o le moto e sempre usando le protezioni. Inoltre è bene insegnargli la prudenza in ogni comportamento quotidiano ma è anche utile che noi genitori sappiamo fare il primo soccorso. Certo, l’imprevisto va sempre messo in conto, come in ogni istante della vita. Un bambino sorvegliato ed educato, però, è un bambino che rischia meno.

Giorgia Andretti

- -



Advertising