prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Le acque delle piscine e la battigia al mare possono nascondere germi

giugno 10, 2015 9:13 am

Le acque dolci ma anche quella del mare, possono essere contaminate da germi e batteri responsabili di infezioni. È importante usare tutte le precauzioni .

Quando fa caldo, non c’è niente di più piacevole e rinfrescante per adulti e bambini che concedersi un bagno in una piscina in città o in campagna, in un laghetto di montagna e, ovviamente, nel mare. Oltre alle indispensabili precauzioni per non allontanarsi dalla riva soli, attenzione per non scivolare dagli arenili, è anche importante tenere conto di un altro aspetto potenzialmente nocivo legato all’acqua: le piscine e i bacini chiusi soprattutto, ma talvolta anche il mare possono nascondere ospiti indesiderati come batteri, virus e parassiti.

I germi che vivono in acqua
La fonte di contaminazione più comune sono gli utenti stessi della struttura. Molte persone infatti si immergono in acqua anche quando sono affette da disturbi come diarrea, infezioni respiratorie e cutanee. Nel mare, gli spazi aperti permettono la dispersione dei germi, ma nelle dimensioni ridotte delle piscine questi si concentrano e diventano più aggressivi nei confronti degli altri individui. Le infezioni possono essere di due tipi: enteriche, dovute all’ingestione di acqua infette e per contatto, causate dall’esposizione di pelle e mucose ai parassiti che si possono trovare anche sulla superficie dell’acqua, agglomerati in sospensione. Tra i responsabili delle infezioni enteriche, ci sono il Cryptosporidium parvum e la Giardia lamblia, responsabili di attacchi di dissenteria, inappetenza e vomito. Meno frequentemente si manifestano febbre e malesseri generali. Sintomi simili possono essere originati dai batteri Escherichia coli o Shigella e da alcuni virus, come quello dell’epatite A. Le infezioni per contatto si verificano nelle acque dove sono presenti tracce di secrezioni nasali e orofaringee, squame di pelle e capelli. L’Adenovirus, per esempio, è responsabile di congiuntiviti e faringiti, mentre il Molluscipoxvirus e lo Human papilloma virus – Hpv – causano rispettivamente il mollusco contagioso e le verruche plantari. Nelle superfici attorno alle vasche si annidano invece Mycobacterium e diversi funghi e lieviti, responsabili di dermatiti come il piede d’atleta, che colpiscono soprattutto le estremità. Lo Pseudomonas e lo Staphylococcus sono agenti batterici responsabili di follicoliti, congiuntiviti, irritazioni cutanee e delle prime vie respiratorie.

Ciascuno è responsabile dell’igiene
Un utilizzo corretto della piscina da parte dei bagnanti può prevenire la diffusione delle infezioni legate all’acqua. È opportuno evitare di fare il bagno se si ha la diarrea, per evitare di diffondere materiali fecali nell’acqua. Indossare la cuffia, fare la doccia, immergere i piedi nelle vasche con disinfettante sono comportamenti importanti per ridurre la diffusione di parassiti della pelle e di residui cutanei e capelli che possono fornire substrato di crescita e di agglomerazione dei parassiti in acqua. È bene uscire dall’acqua ogni ora almeno e se si hanno bambini, è importante portarli in bagno, cambiargli i pannolini in una toilette o in un’area apposita, lontano dai bordi della piscina, applicare nuovamente la protezione solare, e bere molti liquidi: sono questi alcuni dei consigli che i Centers for disease control di Atlanta, danno sul loro sito per ridurre il rischio di malattie causate dai germi che si possono trovare in piscina, parchi acquatici, spa e vasche, o al mare e nei laghi. I germi si possono prendere infatti ingoiando acqua, respirando aerosol o acqua nebulizzata, o con contatto con dell’acqua contaminata. Il consiglio dei CDC è quindi quello di tenere fuori dall’acqua i germi di urine, feci e sudore, non farsi il bagno se si ha diarrea, farsi la doccia prima di entrare in acqua e cercare di non bere l’acqua.

Sahalima Giovannini

- -


ARTICOLI CORRELATI