prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Il nostro menù del giorno 04_10_2016

ottobre 4, 2016 8:01 am

Oggi vi racconto la salmonella, forse è l’intossicazione alimentare più conosciuta e comune.

La Salmonella può contaminare qualsiasi cibo, indipendentemente se cotto o crudo o se di origine animale o vegetale a causa del contatto con le feci di animali.

Le galline possono infettare le uova prima che si formi il guscio, quindi, anche se questo è pulito e le uova sono freschissime, ad essere contaminato è il contenuto interno dell’uovo. I sintomi  dell’intossicazione da salmonella comprendono: crampi allo stomaco, febbre e diarrea 12 a 72 ore dopo l’ingestione. La malattia di solito dura da 4 a 7 giorni. L’intossicazione può essere importante in soggetti a rischio, compresi i neonati e gli anziani fragili. Per essere certi di non andare in contro a intossicazioni è necessario mangiare le uova e carne del pollo ben cotte e comunque ad una temperatura superiore a 75°. Tenere sempre separati i cibi cotti da quelli crudi e prima di manipolare la carne o le uova con le mani lavarle molto bene cos come i coltelli o posate utilizzate in cucina.

La carne cruda e in particolar modo la carne macinata ha un rischio elevato di essere  contaminata  dalla salmonella. Per carne cruda s’intende tutta, compreso il pollame E’ bene mangiare tutta la carne: manzo, maiale ed agnello  cotta ad almeno 65°  e pollame  ad almeno 75°.  Per evitare la contaminazione da salmonella lavare mani e tutte le superfici di appoggio con acqua calda e sapone dopo il contatto con la carne cruda.

Anche i prodotti freschi possono essere un habitat della salmonella. Colonie del batterio sono state rintracciati nelle insalate, nei pomodori, nei germogli, questo perché sono cresciuti in ambiente caldo – umido e sono  mangiati crudi o poco cotti. Come il solito lavare molto bene le mani e conservare in frigorifero a 4°.

E’ l’ora del pranzo: riso e zucchine dell’orto per un pH di 5,7 e cena cernia all’arancio con patate al vapore per  un pH totale di 5,6

Colazione: Kaki, banana, uva con yogurt e fiocchi i mais Una  tazza di tè

Break: Barrette energetiche casalinghe 

Pranzo: riso e  zucchine

Break: Tartine con yogurt e marmellata di castagne ed una tazza di tè

Cena: Filetto di cernia all’arancio e patate al vapore

e….se stiamo svezzando il bambino   Pappe dopo i 10 – 11 mesi 

Le porzioni da mettere nel piatto: a peso o a misura? Ecco cosa preferire

Zia Vittoriazia sisella

 

- -



Advertising