prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Regole da osservare in un parco dei divertimenti

luglio 6, 2018 10:00 am

Vacanza è anche andare in un parco dei divertimenti. Affinché la giornata sia serena è necessario avere regole tra cui fissare un punto di incontro se ci si perde di vista

 

È di sicuro il peggior incubo di un genitore: perdere di vista il proprio bambino mentre si sta trascorrendo una divertente giornata in famiglia in un parco divertimenti. Per scongiurare questo pericolo, è importante darsi delle regole e soprattutto insegnare ai propri figli, alcune regole basilari da mettere in atto in caso ci si perda di vista. E’ quindi necessario stabilire le regole di sicurezza e i luoghi di incontro, ovvero, dovrebbero essere parte della pianificazione del viaggio.

 

Risultati di un sondaggio

Il Mott Children’s Hospital – Università del Michigan, è attivo verso la salute dei bambini e per tener fede alla sua mission, il dott. Gary Freed ha attivato un sondaggio per capire come i genitori si organizzano in termini di sicurezza in caso di smarrimento in un parco dei divertimenti.  Il sondaggio ha coinvolto oltre 1.200 genitori di bambini tra i 5 ei 12 anni.  Un genitore su cinque ha detto di non aver fatto alcun piano con i propri figli su cosa fare se ci si perde di vista. Quasi tutti i genitori hanno detto di essere rimasti con il loro bambino in ogni momento durante le visite ai parchi di divertimento o ai carnevali, ma è importante avere un piano di riserva nel caso in cui i genitori si perdano di vista dal figlio.

 

Cosa fare in caso di smarrimento

Considerato la vastità dei parchi divertimenti e la folla nel periodo delle vacanze sarebbe buona cosa organizzare un buon piano alternativo di incontro. I genitori dovrebbero fissare un punto di incontro all’interno del parco, il luogo dovrebbe essere facilmente visibile e soprattutto facile da memorizzare per i ragazzini.  Infatti, è bene insegnare ai ragazzini ad avere sempre un punto di riferimento non soltanto spaziale ma memorizzare anche il nome del luogo.  Se il ragazzino è abbastanza grande, deve aver bene in memoria un numero telefonico, così da chiamare o chiedere ad una persona   in divisa di chiamare i genitori. Se il ragazzino è ancora piccolo e non è in grado di memorizzare bene i numeri, sarà interessane far predisporre un braccialetto in silicone con su scritto nome dei bambino e un numero di telefono. In mancanza del braccialetto, va bene anche una fettuccia di stoffa su cui scrivere nome e numero telefonico e legarlo intorno a u polso. Ovviamente è necessario istruire il bambino su come reagire in caso di perdita: –  non devi spaventarti se non ci vedi, cerca di raggiungere il posto che abbiamo stabilito e poi cerca una persona con la divisa, un uomo o donna della polizia, e chiedi loro di telefonare al numero che è sul braccialetto.

E’ ovvio che vanno evitate tutte le distrazioni che possono costarci care, facendoci perdere di vista nostro figlio. Teniamo il cellulare, prima fonte di distrazione degli adulti, lontano per evitare di perderci di vista,

 

Rossi Lina

- -


ARTICOLI CORRELATI