prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Se ha paura del dottore

febbraio 4, 2008 12:00 pm

Come aiutare il bambino ad affrontare una visita medica, senza che si trasformi in una piccola tragedia Molti bambini hanno paura del medico e si finisce spesso per rimproverare questo timore che noi adulti percepiamo come ridicolo, infantile per l’appunto. Invece, bisognerebbe avere più comprensione e cominciare a considerare che forse questa paura non è…

Come aiutare il bambino ad affrontare una visita medica, senza che si trasformi in una piccola tragedia

Molti bambini hanno paura del medico e si finisce spesso per rimproverare questo timore che noi adulti percepiamo come ridicolo, infantile per l’appunto. Invece, bisognerebbe avere più comprensione e cominciare a considerare che forse questa paura non è innata, bensì stimolata da fattori esterni al bambino. In ogni caso, esiste qualche rimedio per togliere al dottore la maschera del mostro.

Le possibili cause
In alcuni casi, sarebbe ingiusto negarlo, il problema riguarda più il medico che il bambino. Può capitare di imbattersi in un pediatra o in uno specialista poco sorridente e dall’apparenza severa. Spetta a lui il compito di creare un contatto rassicurante con il bambino, evitando atteggiamenti bruschi e toni di voce inadeguati.
In altri casi la causa del problema va ricercate nel comportamento dei genitori. Se parlate con preoccupazione della visita medica, perché siete voi i primi ad aver paura di una eventuale diagnosi negativa, non farete altro che trasmettere la stessa ansia ai vostri figli. I bambini anche piccolissimi percepiscono ogni minima tensione e sono molto attenti anche al linguaggio non verbale: uno sguardo di apprensione o un carico di preoccupazione nella voce non aiutano il bambino a stare tranquillo.

Che cosa fare
Se il dottore di vostro figlio è troppo freddo e distaccato e avete intuito che non riesce ad instaurare con lui un rapporto di complicità, valutate la possibilità di cambiarlo.
Se il pediatra è una persona che stimate e non volete sostituirlo perché vi fidate di lui, basterà allora suggerirgli di raccontare qualche storia prima della visita e di sorridere più spesso, perché il vostro bimbo ha bisogno di essere rassicurato. Un buon medico accetta volentieri qualche consiglio.
E’ fondamentale spiegare al piccolo che il pediatra è una persona come un’altra, che fa la spesa, che ha dei figli così da togliergli l’immagine severa del signore che ha sempre una siringa tra le mani.
Evitate di utilizzare la figura del medico per convincere vostro figlio a obbedire o a fare qualcosa: “Se non fai il bravo, ti porto dal dottore”. E’ inevitabile, poi, che il bambino viva con terrore l’incontro con il dottore.
E’ importante che il bambino capisca che il medico è una persona che lavora per farlo stare bene e per permettergli di correre e giocare come piace a lui

 

Angela Salini

- -



Advertising