prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Si torna a scuola e alla routine quotidiana

gennaio 4, 2017 2:00 pm

Due lunghe settimane di vacanza sono terminate: è il momento di tornare alla routine quotidiana, recuperando regole e sane abitudini alimentari e di vita.

Il rientro alla vita di tutti i giorni, con alzate presto al mattino, ore di scuola, attività pomeridiana, non è facile per nessuno, soprattutto per i bambini. Tornare alla routine quotidiana in questa stagione è più difficile che dopo le vacanze estive. Le feste invernali sono abbastanza lunghe per abituarvisi, ma non così lunghe da esserne stufi. Rispetto ad altri periodi dell’anno, sono piene di occasioni di divertimento, di cene, di incontri con famiglia e soprattutto di tanti regali. L’atmosfera che si respira, riscaldata dalle luci colorate, è unica e riempie di gioia il cuore, anche quello dei più piccoli. È difficile, insomma, ripiombare nel buio mattutino di quando si esce per andare a scuola, tornando a casa che è già quasi sera, con la prospettiva che, prima delle prossime vacanze, si dovrà aspettare quasi due mesi per il Carnevale.

 

Riprendiamo la sana alimentazione

È quindi compito dei genitori rendere il più indolore possibile il rientro alla normalità. In primo luogo, riprendendo uno stile alimentare più sano, per idee gustose, si possono vedere i menu della nostra Zia Vittoria, per  aiutare l’organismo del bambino a liberarsi delle tossine che si sono accumulate in due settimane in cui, sulla tavola, sono comparsi un po’ troppo spesso dolci, cioccolato, pietanze elaborate e piene di grassi. Certo, qualche porzione di panettone ogni tanto è concessa, se il bambino ne è ghiotto, per sentire ancora un po’ il sapore delle festa, ma l’alimentazione quotidiana dovrà basarsi soprattutto su frutta fresca e verdura, ricche di fibre e di vitamine, su pesce e carne bianca ricchi di proteine e molto digeribili, su cereali integrali che danno la giusta dose di energia. E poi su tanti liquidi: acqua, brodo di pollo o di verdure, spremute di agrumi di stagione, centrifugati di verdure. Perché anche in inverno l’idratazione è importante per la salute dell’organismo. Il fisico del bambino, così preparato sarà più forte anche in vista di eventuali attacchi di virus, al ritorno a scuola.

 

La  routine quotidiana più qualche divertimento

Inoltre, il bambino ha bisogno di molto riposo. Probabilmente durante le feste di Natale gli abbiamo permesso di stare alzato fino a tardi per aspettare Babbo Natale, poi per festeggiare la mezzanotte del 31 dicembre con mamma e papà, e così facendo gli abbiamo anche permesso di alzarsi davvero tardi. È il momento di riabituarsi a orari più regolari, in vista del fatto che dovrà alzarsi alle sette del mattino e, di conseguenza, dovrà essere a letto entro le 21,00. Un bambino di pochi anni ha bisogno di almeno dieci ore di sonno per riposare la mente e per ricostituire le riserve energetiche che mantengono sano il suo organismo. Dopo Capodanno, quindi, si ricomincia ad andare a letto prima, anticipando di dieci minuti l’orario. Nel giro di una settimana, si sarà ritornati quasi all’orario consueto e anche al mattino sarà opportuno abituare il piccolo ad alzarsi non oltre le otto, almeno nei primi giorni che precedono la ripresa della scuola.

 

Sahalima Giovannini

- -


ARTICOLI CORRELATI