prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Come perdere peso dopo le abbuffate natalizie

gennaio 8, 2018 10:00 am

Le tante feste di Natale, tra pranzi e cenoni conviviali, hanno lasciato a tutti chili di troppo e sensazione di pesantezza oltre alla cattiva digestione. È il momento di tornare a nutrirsi bene

Non solo pranzi e cenoni della vigilia e delle feste collegate ma anche incontri conviviali tra amici e colleghi. Senza contare la quantità di dolciumi che ci sono in casa e che vengono sbocconcellati spesso e volentieri. E’ risaputo, la vista di dolci e cibi vari stimola l’appetito. Tutto questo si traduce per adulti e bambini in chili di troppo, sensazione di pesantezza e di cattiva digestione, nei piccoli poi, non è infrequente l’acetone, come abbiamo più volte spiegato. È insomma il momento di rimettersi un po’ a regime, seguendo uno stile alimentare più digeribile, con prodotti freschi e liquidi.

 

Via i dolci e i grassi

In primo luogo è bene ridurre il più possibile dolci, torte, cioccolato, merendine: dopo pandoro, panettone, torrone e altre specialità dolciarie tipiche del Natale, si è fatta abbastanza scorta di zuccheri semplici e di grassi. Sono proprio questi a causare i chili in più e, negli adulti, anche l’aumento del colesterolo e della glicemia. Quindi si deve iniziare a preferire la frutta alle merendine, va benissimo lo yogurt o, proprio se è fatica rinunciare, un pezzetto di cioccolato fondente, che contiene almeno molti polifenoli con azione antiossidante. L’ideale sarebbe seguire un paio di giorni con un’alimentazione davvero leggera e digeribile, ricca di liquidi e di frutta. In questo modo lo stomaco può mettersi a riposo, gli organi emuntori ossia fegato, reni e intestino possono eliminare più facilmente le tossine accumulate per gli stravizi. Frutta e ortaggi contengono molte fibre favorendo così l’attività intestinale spesso rallentata durante le feste a causa dell’eccesso di cibo e del poco moto. Inoltre, i vegetali sono ricchi di acqua e di potassio, migliorando così la funzionalità renale e quindi attraverso la diuresi si combatte il gonfiore, risultato di troppi alimenti salati.

 

Che cosa preferire per sentirsi in forma

Dopo un paio di giorni decisamente leggeri, si può riprendere un regime alimentare più regolare, scegliendo bene gli alimenti. Riso e pane integrale vanno bene perché regalano l’energia necessaria ad affrontare le ore di studio e di lavoro e quindi a sentirsi in forza dopo le vacanze di Natale. Con i cibi integrale, il rilascio dell’energia avviene in modo più prolungato e questo fa sentire pieni più a lungo. Inoltre, i grassi buoni sono necessari per scaldare il corpo nei mesi più rigidi e favorire l’attività neuronale e cognitiva. Meglio privilegiare i grassi mono e poli-insaturi omega 3 e 6, presenti nell’olio di oliva, nel pesce, soprattutto salmone e sardine e nella frutta secca. Una noce di burro crudo, per condire la pasta o il risotto, non fa male, anzi è ricco di vitamina E adatta proteggere la pelle in inverno. Sì alle proteine, scelte in versioni vegetale, più digeribili rispetto a quelle della carne rossa e dei salumi ricchi di tossine e grassi saturi. Sì quindi a pesce, carne bianca di pollo e tacchino, formaggi magri, uova cotte in modo semplice. Anche i legumi vanno riscoperti: assieme al riso, all’orzo e ad altre verdure aiutano a preparare squisiti piatti, caldi e digeribili e soprattutto completi di tutti i nutrienti. I consigli di zia Vittoria sono perfettamente in linea con la sana alimentazione, sono infatti un mix tra i nutrizionisti della nostra redazione e Alessandra, la presidente delle Lady Chef della Federazione Italiana Cuochi.

 

Sahalima Giovannini

- -


ARTICOLI CORRELATI