prev
  • Il Medico risponde
  • Quando nascerà?
  • SOS adolescenza
  • Famiglia, Leggi e Diritto
  • Iscrizione newsletter
  • Mamma sei una sòla
  • Test di Edinburgh
next

Dieta vegetariana o vegana attenzione, si rischierà la reclusione

aprile 17, 2017 10:00 am

Una parlamentare sta proponendo una legge a tutela dei bambini alimentati con dieta vegana o vegetariana, sarebbe prevista la reclusione per i genitori che seguono il regime alimentare

Genitori se seguite la dieta vegetariana o vegana, attenzione: mettete carne e pesce in tavola per i  bambini, in alternativa qualche mese in carcere potrebbe aspettarvi. È meglio scherzarci sopra, anche se purtroppo c’è poco da ridere perché si tratta di una proposta vera,  speriamo solo non diventi una realtà.  La proposta è stata avanzata da una parlamentare di Forza Italia:  una legge che prevedrebbe la reclusione fino a un anno per i genitori che impongono ai minori di sedici anni la dieta vegana. La pena  può arrivare fino ai quattro anni se il regime alimentare causi malattia o di lesione personale permanente fino a sei anni se la conseguenza è la morte. Secondo la deputata, questo stile alimentare sarebbe in netto contrasto con le indicazioni dei medici nutrizionisti, che unanimemente sconsigliano da sempre di far seguire la dieta vegana o vegetariana  ai bambini, agli adolescenti, alle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento.

 

Gli scienziati sono a favore della dieta vegetariana

Peccato che la signora dimostri di essere poco informata sul tema. Un vegetariano illustre, l’oncologo Umberto Veronesi, morto a oltre novant’anni nel pieno delle facoltà fisiche e mentali, ha dichiarato più volte che l’eliminazione della carne e del pesce non espongono i bambini a carenze e che la dieta vegetariana è adatta a tutte le età, dalla gravidanza allo svezzamento, dall’infanzia all’adolescenza e fino alla terza età. Un importante ospedale italiano, la clinica Pio X di Milano, gruppo Humanitas, ha inaugurato lo scorso ottobre un reparto per seguire le donne vegane  e vegetariane in gravidanza e che manifestano l’intenzione di allevare così anche i figli. La pensa così anche il professor Leonardo Pinelli, specialista in pediatria e diabetologia, esperto in nutrizione vegetariana e vegana, già direttore UOC Diabetologia e Nutrizione Clinica Pediatrica di Verona. A parere dell’esperto finire sotto accusa non dovrebbe essere la dieta vegana ma un sistema che demonizza una scelta alimentare sana e adatta a tutti senza fornire le corrette informazioni, creando anzi caos e pregiudizi. Come loro la pensano anche società scientifiche come l’Accademia Americana di Pediatria e l’Accademia Americana di nutrizione e dietologia, considerano l’alimentazione sia vegetariana sia vegana adeguata a tutte le fasi della vita, dall’infanzia alla vecchiaia.  Le diete  vegane fanno bene se seguite da un nutrizionista.

 

L’importante è che la dieta alimentare sia equilibrata

Per quanto riguarda il presunto ricovero di bambini nutriti in modo vegano, questi fatti in realtà non sono stati accertati: anche gli onnivori possono sotto nutrire i propri figli, oppure permettere loro di rimpinzarsi di trash food come hamburger e hot dog. Quindi, a dover finire sotto accusa non è che cosa si propone dieteticamente parlando ai bambini ma il risultato di come sono alimentati. La dieta vegetariana permette di consumare anche uova, latte e derivati, fonte naturale di vitamina B12. Il ferro si trova nei vegetali verdi e nella frutta disidratata. Più difficile trovare la vitamina B12  seguendo esclusivamente la dieta vegana: tutti i nutrienti animali sono vietati. I genitori vegani sanno come sostituire gli elementi mancanti con integratori o con prodotti a base di proteine di origine vegetale. Nutrirsi vegano, insomma, è ben altro che pasta all’olio e insalatina: è un regime alimentare vario ed equilibrato, che educa a un sano gusto e fa apprezzare cereali, frutta e verdura. Che dire insomma? La parlamentare sostiene di voler tutelare la salute dei bambini dai rischi di un veganesimo all’eccesso ma chi difenderà il benessere di bambini obesi, già ipertesi alle medie, con fegato grasso, risultato di un regime onnivoro scorretto?

 

Giorgia Andretti

- -


ARTICOLI CORRELATI