Articoli

Disposizioni urgenti prevenzione vaccinale G.U. 130 Legge 7 giugno 2017 n° 73

E’ stata pubblicata la circolare esplicativa del decreto legge N° 73 del 7 giugno 2017 recante tutti i chiarimenti necessari per la corretta applicazione della legge. Il documento si è reso necesario a seguito dell’importante abbassamento delle vaccinaizoni negli ultimi anni nel nostro paese.

Dal 2013, infatti, si è registrato un progressivo trend in diminuzione del ricorso alle vaccinazioni, sia obbligatorie sia raccomandate. Tale fenomeno ha determinato un calo della copertura vaccinale al di sotto del 95%, soglia raccomandata dall’OMS affinché si realizzi l’immunità di gregge, per proteggere, cioè, indirettamente coloro che, immunodepressi per malattia, non possono essere vaccinati.

Preoccupanti sono i dati di copertura vaccinale per morbillo e rosolia, hanno perso addirittura cinque punti percentuali tra il 2013 e il 2015, passando dal 90,4% all’85,3%, comportando un danno per l’immagine del nostro Paese , impegnato dal 2003 in un Piano globale di eliminazione del morbillo e della rosolia, cui ha aderito anche la Regione europea dell’OMS, rischiando così di farlo fallire, considerato che per dichiarare l’eliminazione di una malattia infettiva da una regione dell’OMS è che tutti i Paesi membri ne siano dichiarati liberi. È stato registrato, in questi mesi, un preoccupante aumento del numero dei casi di morbillo in Italia dal 1° gennaio al 4 giugno 2017 sono stati registrati 2851 casi, con un aumento di oltre il 500%.

Il decreto-legge n° 73 è stato emanato per garantire in maniera omogenea sul territorio nazionale le attività dirette alla prevenzione e al contenimento dei patogeni infettivi garantendo i necessari livelli di profilassi e di copertura vaccinale. Il tutto per tener fede alle strategie concordate a livello europeo e internazionale. Sono state quindi definite tutte le vaccinazioni obbligatorie per i ragazzi da zero a 16 anni e 364 giorni. A prevenzione delle seguenti malattie:

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-meningococcica B
  • anti-meningococcica C
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella

Lo schema sintetico degli obblighi vaccinali, in relazione all’anno di nascita è riportato di seguito

E’ esonerato dall’obbligo di vaccinazione solo il minore che ha contratto la malattia naturalmente ed è per questo immunizzato: in questo caso l’immunizzazione dovrà essere comprovata da certificazione dello specifico test del titolo anticorpale della malattia. Le vaccinazioni obbligatorie possono essere omesse o differite in caso di immunodeficienza acquisita, la patologia è una importante controindicazione a qualsiasi tipo di vaccino.

La mancata osservazione dell’obbligo vaccinale prevede una pena pecuniaria a carico dei genitori o dai tutori da euro cinquecento a euro settemilacinquecento. Nell’ipotesi in cui i genitori o i tutori incorrano, successivamente, nella violazione di un nuovo e diverso obbligo vaccinale, agli stessi sarà comminata una nuova sanzione.

Al fine di rendere effettivo l’obbligo vaccinale, i dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione e i responsabili dei servizi educativi per l’infanzia, all’atto dell’iscrizione del minore di età compresa tra zero e sedici anni, dovranno richiedere agli esercenti la responsabilità genitoriale la presentazione di idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie previste dal decreto-legge in base all’età: copia del libretto delle vaccinazioni vidimato dal competente servizio della ASL oppure attestazione avente data certa rilasciata dal competente servizio della ASL riportante l’elenco delle vaccinazioni effettuate. La documentazione deve essere presentata entro il termine di scadenza per l’iscrizione ovvero entro il 10 luglio di ciascun anno.

Per questo anno 2017, stante il ritardo temporale della legge, il termine ultimo per presentare la certificazione vaccinale ovvero l’esonero, dovrà essere presentata entro il 10 settembre 2017

Link al testo completo della legge – File allegato –

Dott. Rosalba Trabalzini
Responsabile scientifico www.guidagenitori.it