Articoli

Vaccinazioni ed autismo: Esclusa la relazione

Schede informative, articoli di aggiornamento ed un pool di esperti pronti a rispondere alle tue domande.

Vaccinazioni ed autismo infantile. L'ipotesi di un legame è tra le argomentazioni più gravi a sostegno di una ipotizzata nocività delle vaccinazioni. Il sospetto riguarda in particolar modo la vaccinazione trivalente Morbillo, Parotite e Rosolia (MMR). Ma come è nata questa ipotesi? Che fondamento scientifico ha? Ed esistono studi sull'argomento? Vediamo di fare chiarezza.

Nel 1998 venne pubblicato un articolo sulla rivista Lancet, in Gran Bretagna a firma del gastroenterologo Andrew Wakefield, dove veniva ipotizzato un possibile legame tra la vaccinazione MMR e lo sviluppo di una forma di autismo accompagnato da sintomi a carico dell'apparato gastroenterico simili al colon irritabile. Il medico era partito, nel formulare la sua ipotesi, dallo studio di 12 bambini di cui 9 con autismo conclamato che accusavano disturbi gastrointestinali e dal voler verificare se nel loro intestino fosse presente il virus del morbillo. La notizia provocò all'epoca nel Regno Unito un crollo delle vaccinazioni contro la Rosolia, il Morbillo e la Parotite, facendo di fatto aumentare, nel 2000, i casi di malattia: + 22% per la Rosolia, + 27% per la Parotite, + 18% per il Morbillo. Vale la pena ricordare che nel 2000 il solo morbillo è stato responsabile di oltre un milione di bambini morti in tutto il mondo.

In seguito alle affermazioni del dottor Wakefield negli Stati Uniti, in Finlandia, in Danimarca e nella stessa Gran Bretagna furono avviati dei lavori per verificare la reale sicurezza del vaccino MMR. I risultati, in accordo anche con L'Organizzazione Mondiale della Sanità oltre che con l'Accademia Americana dei Pediatri, hanno evidenziato le seguenti conclusioni:

  • L'evidenza respinge una relazione causale tra vaccino MMR ed i disturbi autistici a livello della popolazione;
  • Una parte consistente dell'evidenza epidemiologica non dimostra alcuna associazione tra il vaccino MMR ed i disturbi autistici.

Oggi a distanza di oltre cinque anni il dott. Simon Murch co-autore dello studio iniziale, ha inviato una lettera alla rivista Lancet, asserendo che non esiste nessun legame tra il vaccino contro MMR e lo sviluppo della sintomatologia autistica.

Dott.Rosalba Trabalzini
Psichiatra - Psicologo - Psicoterapeuta