Vaccini disponibili

Anti-Morbillo

Schede informative, articoli di aggiornamento ed un pool di esperti pronti a rispondere alle tue domande.

Specifiche del vaccino Viene usato il virus vivo e attenuato per stimolare la produzione degli anticorpi verso il morbillo
Combinato Si. Viene somministrato in combinata con il vaccino contro la rosolia e la parotite ed è identificato con la sigla MPR O TRIVALENTE
A chi è consigliato il vaccino A tutti i bambini.
Agli adulti non immunizzati, soprattutto qualora siano venuti a contatto con individui ammalati di morbillo: si previene lo sviluppo della malattia se entro le 72 ore viene eseguita la vaccinazione
A chi è sconsigliato il vaccino Ai bambini e agli adulti che hanno presentato reazioni allergiche gravi ai componenti del vaccino. Ai bambini e agli adulti che, al momento del vaccino, siano ammalati. Alle donne che hanno programmato una gravidanza o che siano già in stato di gravidanza. E' consigliabile procrastinare la gravidanza di almeno un mese dopo la vaccinazione. A tutti coloro che presentano una alterazione immunologica o che vengono sottoposti a particolari terapie immunisoppressive ad eccezione degli individui affetti da HIV a cui, al contrario, la vaccinazione è raccomandata se non hanno sviluppato i sintomi gravi dell'AIDS. A chi assume steroidi ad alte dosi per 14 giorni o più è consigliato attendere almeno 1 mese prima di effettuare la vaccinazione contro il morbillo. In caso di avvenute trasfusioni è opportuno attendere intervalli che dipendono dal tipo di trasfusione
Tempi di somministrazione Prima dose dai 12 mesi ai 15 mesi compiuti.
Seconda dose, a 5-6 anni di età da eseguire contemporaneamente alla dose di richiamo di vaccino DTaP (difterite - tetano - pertosse acellulare)
Efficacia Al 99%. L'immunità dura tutta la vita.
Nel quinquennio 1998/2002 sono stati segnalati in Italia 27.291 casi di morbillo; nel 2002 è cominciata un'epidemia che è ancora in corso
Effetti collaterali Rari. Reazioni comuni sono la febbre,l'ingrossamento dei linfonodi e gonfiore delle articolazioni. Tutte si manifestano in maniera molto lieve o moderata. Il 5-15% dei bambini vaccinati mostra sintomi quali la febbre superiore a 38.5 °C. Le reazioni evidenziate possono presentarsi da 5 a 12 giorni dopo la vaccinazione e possono durare per qualche giorno.
In ogni caso e' sempre opportuno informare il medico di ogni malessere insorto nelle ore successive all'iniezione, poiché in questi casi è indispensabile effettuare una segnalazione alle autorità competenti.

Collaborazioni

Le schede sono state realizzate con la collaborazione del Dott. Giovanni Cassar
Medico chirurgo Specializzato in Malattie Infettive dal 1986.
Attualmente medico vaccinatore presso il Centro vaccinale di Palombara Sabina RM/G Distretto di Guidonia RM.